Un amuleto speciale per Massimo Ferrero fatto dal Maestro Luigi Liverino.

0
119

Ieri sera, a Pompei, presso il Centro Commerciale “La Cartiera,” durante la presentazione del libro “Una vita al Massimo”, scritto da Massimo Ferrero e Alessandro Alciato, il vulcanico e simpaticissimo Presidente della U.C. Sampdoria ha ricevuto dalle mani del Direttore del Centro, dott. Piergiorgio Cesaro, uno speciale cornetto di corallo con la forma e i colori della maglia della squadra doriana.

Il particolare amuleto è stato commissionato dalla DGS Sport&Cultura, che, in collaborazione con La Cartiera, ha organizzato l’evento.

Una creazione personalizzata,  disegnata e realizzata a mano, con tecnica “a micromosaico”  dal gioielliere Luigi Liverino di Torre del Greco con l’utilizzo dei seguenti materiali preziosi:

Maglietta della Sampdoria in lapislazzuli con strisce orizzontali di corallo bianco, corallo rosso e corno nero. Punta rigorosamente, così come richiesto dalla tradizione partenopea, di pregiatissimo corallo rosso del Mediterraneo su base di madreperla, con inciso, sul retro, il cognome del Presidente Ferrero.

Un oggetto di grande valore artigianale che è stato gradito e apprezzato da Massimo Ferrero, il quale dopo averlo ricevuto ha scherzato dal palco de La Cartiera con i tanti tifosi del Napoli dicendo: “Adesso vi dice male … perché indossando questo bellissimo oggetto vincerò 2 a 0 tutte le partite”.

La realizzazione, su richiesta della DGS Sport&Cultura   – dichiara il gioielliere Luigi Liverino – di un amuleto esclusivo per il Presidente Ferrero, come altre mie creazioni risulta essere in perfetta sintonia con quella che da oltre un decennio è la nostra filosofia aziendale imperniata sull’innovazione di una tradizione, ovvero: svecchiare il gioiello in corallo mediante una produzione artigianale, originale e di nicchia. In seguito all’ingaggio di un grande tecnico napoletano come Vincenzo Montella, ho voluto augurare “buona fortuna” al Presidente Ferrero e al popolo Sampdoriano secondo i canoni dell’antica tradizione partenopea”.

LASCIA UN COMMENTO