Artecinema, il programma della giornata conclusiva.

0
163

Dopo tre giorni di proiezioni la 23ª edizione di “Artecinema” giunge alla fine. Il festival curato da Laura Trisorio presenta, tra le 16 e le 24 nel teatro Augusteo, le ultime 10 pellicole in programma, con ingresso gratuito.

Riconosciuto in ambito internazionale come una delle manifestazioni più significative del settore, il Festival ha un forte impegno nel sociale – lavora in sinergia con altre istituzioni cittadine – che continuerà anche nei giorni successivi al suo svolgimento.

Questi i prossimi appuntamenti: lunedì 15 si terranno le proiezioni per gli studenti delle scuole superiori del Comune di Anacapri, martedì 16 per gli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Napoli e il 17 e 18 ottobre avverranno incontri, proiezioni e dibattito sia per gli allievi universitari che per gli studenti del Liceo Artistico del Suor Orsola Benincasa.

Il programma di oggi –  i film saranno proiettati in lingua originale con traduzione simultanea in cuffia – comprende la proiezione alle ore 16 di “Médiacitè, la galerie marchande d’un designer” che porta alla scoperta della gigantesca vetrata serpentina che ricopre la Médiacité, il nuovo grande complesso commerciale di Liegi. Questa sinuosa arteria, lunga oltre 350 metri è una strada coperta, la galleria principale di un enorme centro commerciale costruito nel 2009 per rivitalizzare una vecchia zona industriale in dismissione.

Subito dopo la proiezione di “One Minute Art History”, film d’animazione – in 87 secondi – di Cao Shu, sarà proiettato alle 16,35 “Le Faussaire de Vermeer”, pellicola sulla figura di Han Van Meegeren, uno dei più grandi contraffattori di tutti i tempi.

Alle 17,45 “Lune” racconterà l’installazione luminosa composta da sessanta lune disseminate nel centro storico di Spoleto che l’artista Giancarlo Neri ha realizzato nell’estate del 2017, seguito alle 18 da “Civilisations – The Vital Spark”, film che esplora il destino dell’arte in un mondo tecnologico e materialista.

La maratona cinematografica prosegue alle 19,10 con “Francesco Arena – Linea di 18,53 km”, un’opera che racconta la realizzazione di un progetto artistico alle pendici del Vesuvio e alle 19,20 con “Renato Mambor”, biografia visiva intima e inedita dell’artista della Scuola romana di Piazza del Popolo.

Gli ultimi tre film sono dedicati alla scena internazionale: “Rachel Whiteread – Ghost in the room” (ore 20,30) offre un ritratto della scultrice britannica,  “Art21 – Johannesburg: Robin Rhode, Zanele Muhou” (ore 21,45) è dedicato a due giovani artisti africani e “Andy Goldsworthy: leaning into the wind” segue l’artista nella realizzazione di alcuni dei suoi progetti di Land Art.

LASCIA UN COMMENTO