Assemblea delle Pmi, dall'1 al 3 ottobre alla Stazione Marittima di Napoli.

0
101

DIGITAL CAMERALe Pmi continuano a trainare l’economia europea: creano nuova occupazione e favoriscono lo sviluppo di settori produttivi innovativi. Gli ultimi indicatori disponibili lo dimostrano chiaramente: forniscono i due terzi dei posti di lavoro nel settore privato e generano l’85% di nuovi occupati.

Nel complesso, in Europa ci sono 20,6 milioni di piccole e medie imprese, il 99,8% del totale, che occupano più di 87 milioni di persone. Esse, tuttavia, sono anche le più esposte all’eccessivo peso burocratico, ai ritardi nei pagamenti e incontrano più ostacoli nel reperimento di finanziamenti e nell’internazionalizzazione.

Quali quindi le prospettive? Le Pmi saranno in grado anche in futuro di fronteggiare la crisi? E quali le nuove opportunità di crescita e sviluppo in mercati sempre più competitivi? Quali ancora i benefici in vista dell’accordo di libero scambio tra l’Unione Europea e gli Stati Uniti. E ancora quali le opportunità offerte dalla tecnologia digitale e dalla vetrina dell’Expo 2015, soprattutto per le start up.

Sono alcuni degli spunti intorno cui si aprirà il dibattito in occasione dell’edizione 2014 dell’Assemblea delle PMI che si terrà a Napoli, Stazione Marittima, da mercoledì 1° ottobre a venerdì 3 ottobre. La conferenza, organizzata nell’ambito del Semestre di Presidenza Ue e in stretto raccordo con la Direzione per l’Impresa e l’Industria della Commissione Europea, rappresenta il fulcro della Settimana europea delle Pmi. Quest’anno il tema della conferenza sarà la “Crescita attraverso l`impresa: le opportunità future” (Growth Through Enterprise: The Opportunities Ahead). Tra gli obiettivi dell’Assemblea delle Pmi c’è anche quello di fornire informazioni sui diversi tipi di sostegno offerto dall`UE e dalle autorità nazionali, regionali e locali alle micro, piccole e medie imprese. Rappresenta inoltre un’occasione per promuovere l`imprenditorialità, per incoraggiare le persone, in particolare i giovani e le donne, ad optare per una carriera d`imprenditore e dare un riconoscimento agli imprenditori per il loro contributo al benessere, all`occupazione, all`innovazione e alla competitività in Europa.

Le PMI continuano a trainare l’economia europea: creano nuova occupazione e favoriscono lo sviluppo di settori produttivi innovativi. Gli ultimi indicatori disponibili lo dimostrano chiaramente: forniscono i due terzi dei posti di lavoro nel settore privato e generano l’85% di nuovi occupati.

Nel complesso, in Europa ci sono 20,6 milioni di piccole e medie imprese, il 99,8% del totale, che occupano più di 87 milioni di persone.

LASCIA UN COMMENTO