Ciro Vive, presentato il libro allo Stadio Olimpico di Roma.

0
68

Conferenza stampa di presentazione del libro "Ciro vive" di Antonella LeardiPresentato questa mattina alla Sala Conferenze dello Stadio Olimpico di Roma il libro “Ciro Vive” edito dalla casa editrice Graus.

Alla presentazione sono intervenuti, tra gli altri, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò; il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in collegamento telefonico da Napoli; il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio; il Sottosegretario alla Difesa, Gioacchino Alfano, il Tenente Colonnello Walter Borghino, il Professor Massimo Antonelli, Direttore di Anestesiologia e Rianimazione dell’Ospedale Gemelli; il Senatore Vincenzo Cuomo; Nicola Lombardo, Responsabile della Comunicazione SSC Napoli; il cantante Gigi D’Alessio, oltre alla mamma di Ciro Esposito, Antonella Leardi, l’autrice del libro, Vittoriana Abate, giornalista Rai di “Porta a Porta” e l’editore Pietro Graus.

In una sala gremita di giornalisti, rappresentanti del mondo politico, dello sport, dello spettacolo, molte sono state le voci che hanno invitato l’intero mondo dello sport a riappropriarsi della sua vera essenza, quella dell’agonismo puro. “Dopo quanto accaduto in passato, dopo la presentazione di questo libro, e calcolando che il giorno dopo sarà Pasqua, non scherziamo assolutamente, la partita Roma – Napoli deve essere una festa dello sport”. E’ quanto ha dichiarato il presidente del Coni, a cui hanno fatto eco tutti gli intervenuti.

“Mio figlio – ha ribadito Antonella Leardi – era entusiasta quando andava allo stadio, era effervescente. E noi dobbiamo cercare di vincere questa battaglia con l’amore affinché i tifosi possano godersi le partite”.

“Le cose quel giorno – ha dichiarato il sindaco Luigi De Magistris – non sono andate come dovevano andare, e dopo c’è stato un silenzio assordante su questo tema. Spero che la presentazione di questo libro risvegli le coscienze”.

Anche Gigi D’Alessio ha fatto appello alla tifoseria. “Il calcio – ha detto Gigi D’Alessio – ci deve dividere solo per 90 minuti, ma resta uno spettacolo e bisogna portare i figli allo stadio come i nostri genitori hanno fatto con noi”. Il libro “Ciro Vive” nasce proprio con l’intento di raccontare la vicenda di Ciro Esposito per lanciare un messaggio di non violenza. E’ quanto ha affermato, facendo riferimento al testo il sottosegretario Gioacchino Alfano: “Un documento che vuole testimoniare la storia di Ciro Esposito, il tifoso napoletano che lo scorso 3 maggio perse la vita in occasione della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina”. “Siamo stati vicini alla famiglia con tutto l’affetto. ‘Ciro Vive’ – ha affermato il Direttore Editoriale della Graus, Roberta Beolchi – è per noi molto più di un libro”.

“Il volume Ciro Vive – ha affermato infine l’editore Pietro Graus – è il racconto inedito di Antonella Leardi, una donna minuta, ma di una forza incredibile, che ha deciso di testimoniare attraverso queste pagine, la storia di suo figlio e il drammatico epilogo dei fatti avvenuti a Roma”.

LASCIA UN COMMENTO