Il Consiglio Comunale ricorda Luca De Filippo.

0
44
foto_com._175Il Consiglio Comunale ha ascoltato la commemorazione di Luca De Filippo accogliendo le parole del Sindaco de Magistris con un minuto di raccoglimento ed un commosso applauso. Prima della commemorazione si erano svolti gli interventi urgenti. La seduta è stata sciolta, dopo la commemorazione, essendo mancato il numero legale, con 24 presenti.

Il Consiglio comunale, presieduto da Raimondo Pasquino, si è riunito oggi in via Verdi alla presenza di 34 consiglieri.

Nell’ora precedente si è svolto il question time con le risposte dell’amministrazione ai quesiti dei consiglieri: Nonno (Fratelli d’Italia) sullo spazzamento di Calata Capodichino e di Moretto (Fratelli d’Italia) sulle problematiche dei rifiuti, ai quali ha risposto in Aula il Vice Sindaco e assessore all’Ambiente Del Giudice, di Nonno sul problema delle assegnazioni di alloggi ai nuclei familiari di via Sogliano e di Moretto sugli alloggi popolari di Cupa Spinelli, entrambi con risposta in Aula dell’assessore al Patrimonio Fucito.

La seduta è cominciata con gli interventi su questioni urgenti: Luongo (IDV) per denunciare l’istallazione a Pianura di una targa commemorativa di Mussolini, chiedendone la rimozione immediata ricordando che l’apologia del fascismo è un reato; Nonno (Fratelli d’Italia) ha ricordato che il monumento al milite ignoto, donato da associazione nazionale paracadutisti italiani, da poco inaugurato a Pianura (sulla base di un ordine del giorno del Consiglio) ha sostituito un monumento trafugato a luglio esistente dal 1944 commemorativo dei cittadini trucidati dai nazifascisti e, sul retro, una celebrazione dell’Impero.

Il Sindaco de Magistris ha chiesto di intervenire sulla questione, ed ha assicurato di aver agito già a seguito della denuncia. Gli interventi urgenti sono proseguiti con gli interventi di: Attanasio (PD) sulla raccolta di firme dei cittadini contro la realizzazione di un parcheggio sotterraneo in via De Bustiis che minaccia l’esistenza del mercatino e anche dei giardini di via Ruoppolo chiedendo che con il nuovo piano parcheggi sia rivista la decisione che prevede la costruzione del parcheggio stesso, magari spostandolo in altra zona, e per denunciare molte altre mancanze dell’amministrazione a partire dalla gestione della mobilità; Maurino (FdS) per esprimere solidarietà a due lavoratori dell’Anm che hanno subito un procedimento disciplinare, la sospensione per 10 giorni, per la pubblicazione sui propri profili Fb di video sulle disfunzioni dei trasporti, ricordando che i lavoratori vivono continue minacce e disagi, che ledono sicuramente in modo più incisivo l’immagine dell’azienda; Borriello (PD) per denunciare che la tutela dei lavoratori va assicurata anche nel caso dei lavoratori di Napoli Sociale, per i quali i contributi pagati sono dimezzati, sollecitando che siano presto destinate risorse per l’assistenza ai ragazzi diversamente abili, salvando così anche il lavoro per i 108 lavoratori della Napoli Sociale; Coccia (FdS) sulla introduzione del controllo dei lavoratori introdotta dal Governo, non pago di aver cancellato l’articolo 18 dello statuto dei lavoratori, lamentando di un uso discriminatorio dei procedimenti disciplinari, come nel caso dei due lavoratori dell’Anm, chiedendo che la dirigenza dell’azienda motivi il provvedimento disciplinare; Pace (Città Ideale) per ricordare che l’assistenza materiale agli alunni disabili originariamente spettava alla scuola dove però attualmente non ci sono collaboratori scolastici formati per questa incombenza, comunicando che è in corso un tavolo per superare le inadempienze che sono del Ministero dell’Istruzione e della Regione; Caiazzo (Gruppo Misto Federazione dei Verdi) per denunciare lo stato di abbandono di Via San Giovanni a Carbonara e strade limitrofe, ricche di monumenti e bellezze artistiche, una zona invasa dalla sosta selvaggia, chiedendo che siano presidiate dalla Polizia Municipale; Vasquez (SiM) per denunciare la situazione di invivibilità cui sono sottoposti i disabili e chiedendo di aumentare gli stalli per disabili; Gennaro Esposito (Ricostruzione Democratica Red) ravvisando una tensione speculativa nella denuncia delle discriminazioni ai danni dei due lavoratori Anm ricordando che i vertici dell’azienda sono espressione dell’amministrazione e che i due lavoratori hanno subito un provvedimento ingiusto per la loro denuncia.

Il Sindaco de Magistris ha commemorato Luca De Filippo ricordando che oggi è stato proclamato il lutto cittadino. Scompare con Luca, ha detto, il più grande interprete della tradizione teatrale di Eduardo. Proprio per il profilo grandissimo di Luca, la sua morte sarà una grave perdita per la città, non solo per il teatro ma anche per il grande impegno che Luca De Filippo ha profuso, fino alla fine, per la città, con grandissimo entusiasmo, raddoppiando gli sforzi a favore dei giovani in difficoltà di Napoli. Il Sindaco ha ricordato l’impegno di Luca per i ragazzi di Nisida, e, infine, lo spirito con il quale aveva accettato la proposta di dirigere la prima scuola pubblica del teatro stabile nazionale di Napoli, per il quale ha personalmente curato le selezioni. Il Sindaco ha concluso ricordando il profilo di vita e artistico di Luca De Filippo, fino all’ultima magistrale interpretazione all’Augusteo, ed ha affermato l’impegno ad operare perché la scuola entri al più presto nella sua operatività e la decisione di intitolarla a Luca de Filippo, anche per cercare, così, di preservare la tradizione del teatro di Eduardo, che è unica, e dare uno sbocco ai tanti talenti che attualmente non lo trovano.
Il discorso di commemorazione è stato accolto dall’Aula con un minuto di raccoglimento ed un commosso applauso.
Su richiesta del consigliere Moretto, è stata a questo punto verificata la mancanza del numero legale, con soli 24 presenti, e la seduta è stata sciolta.

LASCIA UN COMMENTO