Continua a crescere l’uso del Bancomat, dal 2016 si potrà usare anche online.

0
56

FISCO: L'IDRAULICO, NIENTE MULTA? BENE, NON METTO IL POSCrescono i pagamenti con carte in Italia mentre il ritiro del contante, ancora una caratteristica del paese, avviene sempre più tramite Atm che da sportelli. Lo afferma il direttore generale del consorzio Bancomat Sergio Moggia al convegno Carte2015 che sottolinea anche le novità del consorzio per seguire le ultime tendenze mondiali “adattandosi però alla realtà italiana”. Il sistema italiano infatti, rileva, è “sicuro e vanta una buona infrastruttura”.

La novità che potrebbe rivoluzionare l’e-commerce sarà però la possibilità di usare il Bancomat anche per acquisti online.

Anche la tesserina sarà utilizzabile online, almeno quelle col logo PagoBancomat. Un po’ come una carta di credito qualsiasi, insomma. Terminata positivamente la fase-pilota, il Bancomat 2.0 si prepara ad entrare a regime per l’inizio del 2016.

“Finalmente siamo riusciti a portare su internet il circuito di pagamento più utilizzato dagli italiani. Ora – prosegue Moggia – ci aspettiamo un’ampia adesione al servizio da parte di banche ed esercenti, per consentire a un numero sempre maggiore di titolari di carte PagoBancomat di usarle anche online”. La sicurezza delle transazioni online con bancomat sarà garantita da sofisticati sistemi di sicurezza: all’atto del pagamento non sarà necessario inserire il numero di carta o altri dati sensibili, semplicemente si verrà indirizzati alla pagina di autenticazione del proprio servizio di home banking, dove dopo aver inserito le credenziali si riceverà in tempo reale l’autorizzazione alla spesa.

LASCIA UN COMMENTO