Crisi? Non per gli studenti, non si fa economia su zaini, diari ed astucci.

0
66

1143cf2e916cf87bef49144b752f2deeda Skuola.net

Tra poco più di una settimana suonerà la campanella per il primo giorno di scuola in moltissimi istituti in tutta Italia. Per gli studenti non sarà solo un ritorno in classe, ma anche una vera e propria sfilata di moda davanti agli occhi dei propri compagni. Proprio così: si può risparmiare forse sui libri scegliendo l’usato, ma zaino, diario scolastico e astuccio sono veri e propri status symbol e i ragazzi sono pronti a dilapidare la propria paghetta per non sfigurare davanti agli altri. Così, 1 su 4 confessa che spenderà i propri soldi soprattutto per comprare il diario, e 1 su 3 afferma che sarà invece lo zainol’investimento più importante di questi primi giorni di scuola. Libri a parte, ovviamente. Tuttavia sono ben 2 su 5 a dichiarare di essere disposti a spendere, quest’anno, più di 100 euro nel solo corredo scolastico, mentre 1 su 5 addirittura ne spenderà dai 200 in su. E’ quanto emerge da una ricerca di Skuola.net su un campione di 3.100 studenti

DIMMI CHE DIARIO HAI…– Non si risparmia sul diario di scuola, sia chiaro: lo afferma quasi il 40% dei ragazzi intervistati. E 1 su 4 dichiara che sarà proprio questo l’acquisto più importante dell’anno scolastico, in termini di corredo. Tra dediche, foto, ricordi e, qualche volta, anche i compiti per casa, il diario non è solo un’agenda, ma anche e soprattutto un libro di memorie. Tuttavia, c’è chi non si fa prendere dal sentimentalismo. Il 13% degli intervistati dichiara infatti di scegliere il diario scolastico più economico, mentre un altro 13% addirittura userà metodi alternativi per segnare i compiti. Saggiamente, 1 su 3 cercherà invece il compromesso tra qualità e costo.

ZAINO MON AMOUR – Niente di più utile, ma anche di trendy, dello zaino da scegliere per la scuola. Anche qui, non manca chi si dichiara fashion-addicted. Quasi il 35% degli intervistati sostiene che sarà proprio lo zaino l’investimento maggiore per il proprio look scolastico. Nella scelta, seguirà la moda dimenticando il portafogli 1 studente su 3, cercando solo tra zaini griffati. Non baderà a spese neanche chi, preferendo soprattutto la qualità e tralasciando l’estetica, cercherà lo zaino scolastico più comodo e leggero. I super risparmiatori che sceglieranno il riciclo di vecchie borse sono circa il 12% degli intervistati, mentre il restante 17,5% preferiscono un acquisto semplice senza spese eccessive.

ASTUCCIO E QUADERNI? BELLI E ALLA MODA – Altro accessorio-must per la scuola, l’astuccio da mostrare sul banco è un tocco di classe a cui pochi sanno rinunciare. Solo 1 su 10 lo definisce una spesa inutile, e solo circa 1 su 5 seguirà la nobile arte del riciclo, dando nuova vita all’astuccio in disuso del fratello maggiore. Tutti gli altri, e parliamo di più del 70% degli intervistati, lo considera un acquisto davvero importante per il ritorno a scuola. Uno su 4 lo sceglierà tra quelli più in voga, mentre 1 su 2 vuole il più capiente che si trovi in circolazione. Per i quaderni, è ancora caccia all’estetica per 1 ragazzo su 4, mentre un altro 20% circa comprerà i quaderni consigliati dai prof. Per il 12% circa degli intervistati, invece, sono le dimensioni a fare la differenza.

LOW COST? NO GRAZIE – Eccoci quindi a fare i conti finali. Quanto costerà alle tasche degli studenti questo primo giorno di scuola da maniaci dello stile? Ebbene, calcolatrice alla mano, gli intervistati confessano di arrivare a spendere dai 200 euro in su nel 25% circa dei casi. Si fermano sotto la soglia dei 200, ma non scendono al di sotto dei 100 euro complessivi, circa 2 ragazzi su 5. Non si fa prendere invece dalla passione per gli accessori di tendenza circa il 23,3% degli studenti che hanno risposto al sondaggio, che invece conta di spendere meno di 100 euro complessivi.

LASCIA UN COMMENTO