Crollo Veterinaria, la VI commisione del Consiglio regionale: al lavoro su tre fronti.

0
52

Crollo alla facoltà di veterinaria a Napoli, nessun feritoLa VI Commissione permanente del Consiglio regionale, presieduta da Tommaso Amabile, ha tenuto questa mattina un’audizione avente per oggetto i disagi subiti da docenti e studenti del Dipartimento di Veterinaria dell’Università di Napoli “Federico II” conseguenti al cedimento strutturale di un’ala dell’edificio avvenuto il 9 dicembre.

L’audizione è stata richiesta dal direttore del dipartimento, il professore Gaetano Oliva, poiché, dal giorno del crollo, tutte le attività didattiche e di ricerca sono state sospese con gravi ripercussioni sia per gli studenti sia per la comunità scientifica. Durante i lavori della commissione sono state esaminate le possibili soluzioni per il ripristino funzionale dell’area e per gli interventi di riqualificazione del quartiere, in considerazione del fatto che il Dipartimento di Veterinaria condivide alcuni spazi con uffici di proprietà della Regione Campania e confina con i ruderi dello studentato “Collegio Miranda” di pertinenza della Regione stessa.

«In particolare – spiega il presidente Amabile – ci muoveremo su tre fronti. Prima di tutto proveremo a sbloccare l’accesso alla strada attigua all’istituto di Veterinaria, proprietà della Regione e ancora sotto sequestro, chiedendo all’autorità giudiziaria i tempi di previsione di una riapertura; poi studieremo una possibile sistemazione logistica a beneficio degli studenti, ancorché provvisoria, nel vicino Parco Miranda; infine, solleciteremo la Giunta regionale affinché finanzi al più presto la ricostruzione dell’edificio».

Durante la riunione, la commissione ha cominciato anche l’esame del Ddl di riforma delle Aziende per il diritto allo studio, presentato dall’esecutivo.

LASCIA UN COMMENTO