Elezioni GB, Cameron verso la maggioranza assoluta, leader laburista prossimo alle dimissioni, crollano i liberali, Ukip di Farage non sfonda, boom degli indipendentisti scozzesi.

0
28

Britain Election“Un futuro migliore per tutti” e la foto di un abbraccio a sua moglie. Così il premier britannico David Cameron ha twittato questa mattina la sua soddisfazione per il risultato delle elezioni.

“Una nazione, un Regno Unito, ecco come spero di governare se sarò abbastanza fortunato da continuare come primo ministro”.

Maggioranza con Libdem c’e’, ma Tory verso quota 326 – Un’ipotetica maggioranza assoluta con gli alleati uscenti Libdem (o in alternativa anche solo con gli unionisti nordirlandesi) gia’ c’e’ per i conservatori mentre lo spoglio del voto britannico s’avvia alla fine. Ma con 17 collegi da assegnare il partito di Cameron (ora a quota 318) sembra poter arrivare da solo oltre la soglia magica di 326.

Proiezioni Sky ipotizzano maggioranza assoluta Tory  – Le proiezioni di Sky news, quando mancano circa 50 collegi da assegnare in Gran Bretagna ipotizzano che i Conservatori possano fare ancor meglio rispetto agli exit poll e conquistare da soli, a sorpresa, la maggioranza assoluta dei seggi toccando quota 326 alla Camera dei Comuni: giusto uno piu’ della meta’ dell’assemblea.

Anche Bbc dà maggioranza assoluta a Tory – Anche la Bbc ha aggiornato le sue proiezioni, attribuendo una previsione di maggioranza assoluta ai Conservatori del premier David Cameron, che secondo le stime più favorevoli potrebbero anche salire a 329 seggi finali sui 650 della House of Commons. I Laburisti di Ed Miliband si fermerebbero attorno a quota 235.

Cameron incontrerà la regina alle 13.30 – Il premier britannico David Cameron dopo l’eclatante vittoria del suo partito conservatore alle elezioni politiche, incontrerà la regina Elisabetta a Buckingham Palace alle ore 12.30 (le 13.30 in Italia) per ricevere il via libera formale a guidare ancora il governo del Regno Unito.

Guardian, Miliband sta per dimettersi – Ed Miliband sta per dimettersi da leader del partito laburista. Lo afferma il Guardian online. Miliband è arrivato alla sede del Labour a Londra. Miliband, che è apparso stanco e provato dopo la notte elettorale, è arrivato al quartier generale del Labour accompagnato dalla moglie Justine Thornton. Non ha risposto alle domande che gli ponevano i giornalisti. Secondo il Guardian, il capo dell’opposizione farà una dichiarazione più tardi, dopo probabilmente una riunione coi vertici del partito uscito del tutto sconfitto dalle elezioni.

580 seggi su 650, Tory s’avvicinano a maggioranza – Conservatori vicini alla maggioranza e laburisti nettamente distaccati. Lo confermano i dati reali quando manca l’assegnazione solo di una settantina di seggi. I Tory a sono 277 seggi (+20), contro i 216 del Labour (-25). Seguono gli scozzesi dell’Snp a 56 (+50) e i Libdem a 8 (-46). A 8 pure gli unionisti nordirlandesi(Dup). In percentuale Tory al 35,58% (+0,5), Labour al 31,1 (+1,4) l’Ukip di Nigel Farage oltre il 12 (+9% ma un solo collegio vinto finora), Libdem all’8 e Snp al 5,4% nazionale (ma oltre il 50 in Scozia).

Affluenza al voto in aumento, oltre il 66% – Affluenza al voto in aumento in Gran Bretagna secondo dati reali parziali, ma consolidati. Dei quasi 50 milioni di cittadini aventi diritto si e’ recato ieri alle urne per le elezioni politiche oltre il 66%, stando agli ultimi dati diffusi dai media.

Miliband, una notte molto difficile e deludente –“Una notte molto difficile e deludente” per il labour. Così twitta questa mattina il leader laburista britannico Ed Miliband che ringrazia gli iscritti e i sostenitori. Il leader sconfitto nelle elezioni aggiunge che “il prossimo governo avrà l’enorme responsabilità di unire il paese. Ciò che ci unisce è molto di più di quanto ci divide”, aggiunge. (ANSA)

 

 

LASCIA UN COMMENTO