Federimusica, al via la II edizione, primo appuntamento venerdì 20 alla Chiesa dei Santi Marcellino e Festo.

0
68

federimusica_2015Parte la seconda Edizione di Federimusica, rassegna di concerti universitari promossa dall’Università degli Studi di Napoli Federico II in collaborazione con A.Di.S.U. – Azienda per il Diritto allo Studio Universitario Federico II.

La rassegna si inaugurerà venerdi 20 novembre 2015 alle 18, con François Jöel Thiollier al pianoforte, presso la Chiesa dei Santi Marcellino e Festo, a largo San Marcellino, a Napoli.

la direzione artistica è del Maestro Mario Coppola, la direzione scientifica è del musicologo federiciano Giorgio Ruberti con la collaborazione dei docenti Santolo Meo ed Enrico Careri, vere anime del progetto culturale.

Rispetto alla passata stagione il programma è stato notevolmente ampliato con in cartellone tredici concerti e un’ampia rosa di artisti: pianisti già affermati nel circuito internazionale si alterneranno a giovani promesse, e al pianoforte si affiancheranno formazioni cameristiche in un percorso storico-musicale lungo diversi secoli.

Federimusica propone un nuovo percorso di concerti universitari con lo sguardo rivolto soprattutto ai giovani studenti, quest’anno coinvolti oltre che nelle vesti di destinatari anche come protagonisti, in quanto alcuni hanno contribuito alla realizzazione della stagione scrivendo le note di sala e altri introdurranno i concerti con lezioni rivolte sia ad altri studenti sia a tutto il pubblico che vorrà ascoltarle.

La stagione concertistica è anche un’opportunità di interazione culturale aperta alla città tutta.

Compositori di fronte ai conflitti – Centenario 1915‘è il tema del concerto inaugurale di Federimusica di venerdì 20 novembre.

Il Maestro François Jöel Thiollier che proporrà  brani di Fryderyk Chopin (1810-1849), Claude Debussy (1862-1918), Aleksandr Skrjabin (1872-1915), Sergej Rachmaninov (1873-1943) e Maurice Ravel (1875-1937).

Il progetto nasce dalla collaborazione tra l’Università di Napoli Federico II e l’A.Di.S.U. Federico II, che ha finanziato l’iniziativa. Il Dipartimento di Studi Umanistici riconoscerà crediti formativi agli studenti che decideranno di frequentare la stagione concertistica di Federimusica 2015-2016.

LASCIA UN COMMENTO