Lavoro, nuovo Fondo per i Giovani SELFIEmployment, si parte a gennaio 2016, prestiti a tasso zero, risposte in 60 giorni.

0
31

19009993_19000184_poletti-arcurispSi chiamerà SELFIEmployment e sarà operativo da metà gennaio 2016 con una dotazione finanziaria di partenza di 124 milioni.

È il Fondo Rotativo Nazionale promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, gestito da Invitalia, destinato a promuovere le iniziative di autoimpiego e di autoimprenditorialità attraverso credito agevolato per gli iscritti a Garanzia Giovani.

Il Fondo è stato presentato ieri dal ministro del Lavoro, Giuliano Poletti e dall’Amministratore Delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, durante una conferenza stampa.

Prestiti a tasso zero

I giovani potranno presentare domanda di finanziamento al Fondo per la concessione di prestiti, per l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, che avranno un importo variabile da un minimo di 5 mila ad un massimo di 50 mila Euro. I prestiti verranno erogati a tasso di interesse zero senza garanzie personali.

“C’è una crescente domanda di imprenditorialità da parte dei giovani – ha dichiarato Arcuri – sempre più orientati a inventarsi un lavoro e non solo cercarlo o trovarlo. Vanno in questa direzione Smart&Start, l’incentivo che in un anno e mezzo ha fatto nascere oltre 620 imprese innovative. Dal prossimo 13 gennaio partirà poi Nuove Imprese a Tasso Zero, che prevede finanziamenti fino a 1,5 milioni di euro. Con SELFIEmployment il governo completa questo portafoglio perché è destinato a sostenere iniziative di microimpresa e lavoro autonomo, con impegni meno rilevanti”.

Risposte in 60 giorni

Questi strumenti, ha sottolineato l’Amministratore Delegato di Invitalia, “sono il frutto di una positiva collaborazione interistituzionale e di un uso virtuoso dei fondi europei. Noi metteremo a disposizione del Fondo tutte le competenze accumulate nel tempo: la presentazione dei progetti sarà paperless, daremo una risposta entro 60 giorni dall’invio del business plan, accompagneremo i giovani anche nella fase di elaborazione e di implementazione dell’idea di impresa”.

LASCIA UN COMMENTO