Garanzia Giovani, tempo determinato e terziario in prevalenza.

0
86

Salini Impregilo: Welcome Day 2015Tocca quota 100mila adesioni il programma Garanzia Giovani in Campania che si conferma, così, in vetta alla classifica delle regioni italiane, seconda solo alla Sicilia.
Delle quasi 100mila adesioni, dati dell’ottobre scorso, ultimo monitoraggio del programma, quelle attive sono 75.903.
Le adesioni gestite sono 67.580, quelle prese in carico 38.824 e circa 24.902 quelle che hanno dato esiti negativi per assenza di requisiti o perché i ragazzi non si sono presentati al primo incontro per la presa in carico.
Tra l’orientamento e l’orientamento specialistico, sono stati 480 i ragazzi accompagnati al lavoro, 1.920 i giovani che si sono avvicinati al servizio civile, 8.340 quelli che sono diventati tirocinanti. E sempre sul fronte dei tirocini, a oggi, quelli già autorizzati e attivati sono 7.523. Di questi 4.428 sono in corso e in pagamento. Analizzando i profili dei giovani che hanno aderito, la fascia d’età compresa tra i 15 e i 18 anni vede 5.516 adesioni di cui 3.378 maschi e 2.136 femmine, meno presenti rispetto ai ragazzi un po’ più grandi di loro. La fascia di età che ha fatto registrare il maggior numero di iscrizioni è quella che va dai 19 ai 24 per un totale di 48.858 adesioni di cui 27.428 maschi e 19.098 femmine.

Tra i giovani di età compresa tra i 25 e i 29 anni ci sono 19.098 maschi e 20.377 donne. E, data la possibilità ai ragazzi di cercare lavoro anche in altre regioni, la maggior parte dei giovani che ha deciso di rivolgersi altrove, ha scelto Emilia Romagna, Lazio e Toscana.

La risposta positiva al programma non riguarda solo i giovani, ma anche le aziende. Tra queste ci sono imprese come Boston Tapes, il Cira, la Clinica Pineta Grande, Confcredito, Epm, Famar Brevetti, la Ferrarelle, Grafica Nappa, Guida Editori, Honet Service, Lapo Compound, Packing Graf, Pastificio Pallante, Roberto Giannotti e la Renault.

Contratti a tempo determinato e indeterminato e provenienti per la maggior parte dal settore terziario: sono per lo più i rapporti di lavoro di tipo subordinato quelli sottoscritti in Campania con Garanzia Giovani.

Il 60,4% dei rapporti di lavoro avviati è di tipo subordinato suddiviso in contratti a tempo determinato per il 37,7% dei casi e a tempo indeterminato per il 19,3% dei casi.

Il 29,1% dei ragazzi è stato assunto in seguito a un tirocinio svolto in azienda, mentre l’8,6% con un contratto di lavoro parasubordinato.

Per quanto riguarda le offerte di lavoro registrate sul portale del programma, in totale sono quasi 11mila.

La tipologia contrattuale prevalente è il tempo determinato con 6.192 offerte, pari al 56,7% del totale; seguono il tirocini con 1.940 offerte, pari al 17,8% del totale e il contratto a tempo indeterminato con 2.203 offerte, pari al 20,2% del totale.

Il 92,1% delle offerte lavorative proviene dal settore terziario, il 5,5% dal settore manifatturiero-estrattivo e il 2,1% dal settore delle costruzioni mentre sono trascurabili le offerte del settore agricolo.

Gli avviamenti al lavoro interessano prevalentemente i giovani tra i 19 e i 29 (il 96,8% del totale) mentre poco frequenti sono le Comunicazioni Obbligatorie riferite ai giovanissimi (3,2%). I giovani che maggiormente trovano collocazione nel mercato del lavoro sono, infatti, i diplomati (47,9%) seguiti dai giovani con licenza media (23,4%) e dai laureati o con titolo post laurea (19,5%). (ANSA).

LASCIA UN COMMENTO