GdF sequestra oltre 80.000 profumi contraffatti in una fabbrica di Carinaro, denunciato il titolare.

0
71

“Boss”, “Prada” e “Dolce & Gabbana”: sono solo alcuni dei marchi contraffatti, rinvenuti dai militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Aversa nell’ambito di un’operazione volta a smascherare il commercio illecito di prodotti falsi.

Le Fiamme Gialle hanno sottoposto a sequestro oltre 80 mila confezioni da 50 ml di profumi contraffatti, riportanti i marchi delle note “griffe”, privi della prescritta autorizzazione del loro utilizzo, il cui valore commerciale ammonta a circa un milione di euro.

L’attività di servizio è scaturita da un controllo finalizzato al riscontro della regolarità della merce posta in vendita da una società ubicata nella zona industriale di Carinaro (CE), avente per oggetto dell’attività il commercio all’ingrosso di saponi e detersivi.

Nel corso delle ispezioni dei locali dell’impresa, i Finanzieri hanno constatato la presenza di un ingente quantitativo di colli, muniti di cartellino descrittivo, contenenti profumi riportanti, sotto l’indicazione delle note marche, la dicitura “marchio e/o nome altrui usato in funzione descrittiva per l’individuazione della fragranza” ovvero “pubblicità comparativa”.

Benché sia chiaro che non sono originali, recenti sentenze della Cassazione equiparano questi prodotti a quelli “taroccati”.

Ciò al fine di evitare di generare confusione sui mercati in ordine all’utilizzo dei marchi, alle denominazioni commerciali ed all’effettiva origine dei prodotti.

In merito alla vicenda è stata informata la Procura della Repubblica di Napoli Nord, poiché sono state ravvisate, a carico del rappresentante legale dell’attività commerciale dove i prodotti contraffatti sono stati rinvenuti, le ipotesi di reato di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e vendita di prodotti industriali con segni mendaci.

La contraffazione ed il commercio di prodotti insicuri danneggiano il mercato, sottraggono opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole, mettendo, tra l’altro, in pericolo la salute dei consumatori.

Nel 2015 sono stati effettuati 144 interventi, nel corso dei quali sono stati denunciati 97 responsabili e sottoposti a sequestro circa un milione di prodotti contraffatti. I numerosi risultati di servizio conseguiti nello specifico settore testimoniano quanto sia sempre alta l’attenzione del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta nel programmare mirati interventi per la repressione delle violazioni delle leggi, non solo finanziarie, a tutela dei consumatori e degli onesti commercianti.

LASCIA UN COMMENTO