‘O Ghinnèss, sabato 9 quarto appuntamento a San Gregorio Armeno dedicato a Salvatoore Di Giacomo.

0
63

manifesto_web_NapolinelCuoreNell’ambito del Maggio dei Monumenti, mentre cresce l’attesa per la grande “marcia” musicale nel cuore del Centro Storico di Napoli del prossimo 16 maggio, ‘O ghinnèss, la fila più lunga dei musicisti della posteggia napoletana, fa tappa a Via San Gregorio Armeno, sabato 9 maggio 2015, dalle ore 11 e fino alle ore 12,30 con il più rappresentativo gruppo musicale tipico partenopeo “Mastro Masiello Mandolino” che consoliderà il rapporto tra l’Arte Presepiale e la canzone napoletana classica al suono di chitarre e mandolini.

La passeggiata in musica tra i presepi ed i pastori che caratterizzano questo antico “cardo” della Neapolis greco-romana, sarà dedicata, come tutte le precedenti tappe musicali che stanno accompagnando la “carovana” dei musicisti napoletani verso l’evento clou del prossimo 16 maggio, ad un poeta o ad un compositore napoletano; questa volta tocca a Salvatore Di Giacomo, raccontato dal Centro Studi sulla Canzone Napoletana dell’Associazione I Sedili di Napoli.

Abbiamo voluto omaggiare un grande poeta e scrittore, come Di Giacomo, nonché autore di celebri drammi teatrali, dichiara Ciro Daniele, coordinatore del Centro Studi sulla Canzone Napoletana, in questo posto “incantato” di Napoli, dove l’arte e la passione, la convivenza tra il sacro ed il profano, rappresentano l’aspetto più vivo e tangibile della Napoletanità che proprio Di Giacomo espresse in tutte le sue opere, anche giornalistiche.

Salvatore Masiello, “patron” del gruppo mandolinistico Mastro Masiello Mandolino dichiara che l’accoglienza ed il calore ovunque riscontrati nel corso di queste tappe della carovana dei musicisti napoletani, hanno consolidato la convinzione della necessità di dare una casa stabile non solo alla liuteria ed in modo particolare al mandolino, ma soprattutto alla Canzone Napoletana e l’idea di realizzare un Museo del Mandolino e della Canzone Napoletana, ha trovato un grande consenso popolare e non solo da parte dei Napoletani ma anche dai tantissimi turisti ed amanti della Napoletanità, incontrati durante tutti i concerti di musica napoletana e popolare che abbiamo realizzato già durante tutto il mese di aprile e a dar forza alla proposta, Masiello preannuncia che alla giornata conclusiva di ‘O Ghinnèss, testimonial d’eccezione sarà una delle voci storiche della Canzone Napoletana: Mario Da Vinci. Sempre sabato 9 maggio, per dare un saggio dell’auspicato museo, si inaugura una bellissima mostra di mandolini e spartiti musicali d’epoca che non poteva trovare migliore cornice se non in una pizzeria storica: l’Antica Pizzeria dell’Angelo sita a Piazzetta Nilo, nel centro di Spaccanapoli.

L’appuntamento di sabato 9 maggio in Via San Gregorio Armeno si è arricchito di un nuovo gradito evento, informa Giuseppe Serroni, Presidente dell’Associazione I Sedili di Napoli; Paola Saluzzi, la popolare giornalista e conduttrice televisiva, sarà infatti in visita alle botteghe artigiane di Via San Gregorio Armeno. In modo particolare si fermerà nella bottega di arte presepiale di Michele Buonincontro che le farà dono di una pregiata statuina raffigurante la gradita ospite e la bottega tutta al femminile Cosmos, il Mondo del Pulcicorno, con le sue atmosfere arcaiche e cariche di mistero regalerà, con relativo “rito” di personalizzazione, alla giornalista-conduttrice, il più classico degli scaramantici napoletani: il famoso cornicello rosso!

La visita del 9 maggio di Paola Saluzzi, si concluderà in serata, quando alle ore 19 negli ambienti suggestivi del Teatro romano di Vico Cinquesanti, gestito e curato dall’Associazione Napoli Sotterranea, si terrà un incontro, con ingresso libero, organizzato dall’Associazione I Sedili di Napoli e dalla redazione di DeArte, dal significativo titolo: “Napoli nel Cuore. Napoli città dell’Anima tra passato e futuro”. Non mancherà, anche durante questo incontro, l’omaggio alla musica napoletana, grazie al soprano Annamaria Scognamiglio accompagnata al piano da Angela Battiloro.

LASCIA UN COMMENTO