Giordano Bruno e la Festa dei Gigli di Nola ospiti di Casa Sanremo.

0
353

nola_festa_gigliA Casa Sanremo, l’hospitality del festival della canzone italiana, anche la città di Nola ed il suo patrimonio culturale. Venerdì 12 febbraio la presentazione del Certame bruniano, il concorso filosofico che ad aprile di ogni anno attira in città centinaia di studenti provenienti da tutta Italia. Per l’occasione sarà proiettato un filmato che metterà in risalto non solo la centralità della città rispetto all’approfondimento ed alla divulgazione dell’opera del filosofo nolano ma anche le tradizioni culturali come la Festa dei Gigli, patrimonio Unesco. L’iniziativa è stata promossa dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Geremia Biancardi con il concorso degli assessorati alla cultura ed alle politiche sociali diretti da Cinzia Trinchese e Michele Cutolo. Il Certame sarà tra i protagonisti della rassegna di progetti artistici dal titolo “Guardami oltre…” organizzata in collaborazione con Casa Sanremo per il sociale con il patrocinio morale di Rai segretariato sociale ed il Comune di Sanremo.

“Cogliamo al volo –sottolinea il Sindaco Geremia Biancardi – ogni opportunità che possa accendere i riflettori sulla nostra città e sulle iniziative che si mettono in campo per valorizzare il ricco tesoro culturale di cui Nola è portatrice”.

“Una vetrina importante – evidenzia poi l’assessore alla cultura ed all’istruzione Cinzia Trinchese – che entra a pieno titolo nel piano di valorizzazione delle eccellenze del territorio che, in Bruno e nei Gigli, trovano la massima connotazione sociale ed artistica. Con la nostra partecipazione a Casa Sanremo inauguriamo una primavera che vedrà la nostra città al centro di importanti attività di promozione”.

“Nella città dei fiori  avremo anche l’opportunità – spiega l’assessore alle politiche sociali Michele Cutolo – di sottolineare che ogni iniziativa messa in campo non è fine a se stessa ma contribuisce ad esaltare lo spirito solidale e sociale che ispira la nostra azione amministrativa”.

LASCIA UN COMMENTO