Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, mercoledì 25, il programma delle iniziative del Comune di Napoli.

0
30

T-356b6ff941621614549cb6080ff0a36d-698x991E’ stato presentato lunedì 23 novembre 2015 in Sala Giunta – Palazzo S. Giacomo il programma della “Giornata contro la violenza sulle donne 2015“,  che quest’anno ha come titolo: “Putesse essere allera“.

L’iniziativa è promossa dalla Consigliera Delegata alle Pari Opportunità Simona Marino in collaborazione con l’Assessorato all’Istruzione. Gli eventi si estendono sino al primo di dicembre e prevedono una ricca serie di convegni, dibattiti, mostre, spettacoli teatrali sui temi che ruotano intorno al 25 novembre, riprendendo al femminile il titolo della canzone di Pino Daniele.

Il programma completo

Desiderio urlato o trattenuto in gola, speranza, attesa, rabbia, quanti sentimenti si raccolgono in questa espressione che riprende al femminile il titolo di una canzone di Pino Daniele e che abbiamo scelto per accompagnarci in queste giornate che ruotano intorno al 25 novembre. Un’occasione per riflettere insieme sulla violenza maschile, che non si esprime solo nelle forme estreme dello stupro o dell’omicidio, ma agisce in modo simbolico e materiale in tutti i contesti della vita sociale e singolare delle donne. In questo titolo si manifesta una visione del fenomeno della violenza che aspira a uscire dal canone vittimistico che grava sulle donne come soggetti deboli da tutelare e sui carnefici come espressioni di istinti criminali e/o patologici. Pensiamo che la violenza sia piuttosto un fenomeno diffuso e trasversale a tutti i livelli della società e vada affrontata sul piano culturale e sociale, per creare le condizioni che consentano a uomini e donne di vivere le relazioni nel rispetto della dignità di ciascuno/a e nel riconoscimento della differenza. In quel congiuntivo vocativo che aspira all’allegria si rivela il desiderio di uscire da uno stato di sottomissione e di dipendenza, che troppe volte costringe le donne al silenzio, per costruire insieme un percorso di liberazione dalla paura e di affermazione del proprio diritto alla felicità. L’immagine che abbiamo scelto, di cui ringraziamo ancora una volta Octavia Monaco per la sua disponibilità, rappresenta, in quelle figure di donne che ballano, che giocano con il cielo, che si protendono su una scala verso l’alto, circondate dal calore degli animali e da una città festosa e illuminate dal sole, la gioia di vivere a cui tutte abbiamo diritto.

La ricchezza di iniziative, che queste pagine raccolgono, testimonia di una partecipazione diffusa e entusiasta di tante donne che dedicano il loro tempo con passione nelle Municipalità, nel Servizio Pari Opportunità, nelle scuole e nelle associazioni. A loro un grazie di cuore per l’impegno profuso per le donne della città. Un ringraziamento va inoltre agli/ alle Assessori/e: Clemente, Daniele, Fucito, Gaeta, Pace, Palmieri, Panini; alle Consigliere Comunali, alla Consulta delle Elette, ai Presidenti delle Municipalità, alla Consigliera di Parità della Città Metropolitana. A Rosanna, Lisa, Luisa e Gina il riconoscimento che, senza di loro, tutto questo non sarebbe stato possibile.

LASCIA UN COMMENTO