Istat, segnali di ripresa dal settore delle costruzioni, a novembre + 2,9% e + 3,8 nel 2015.

0
44

Giubileo: cantieri apertiNel mese di novembre 2015 l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni ha registrato, rispetto al mese precedente, un significativo incremento (+2,9%). Nella media del trimestre settembre-novembre 2015 l’indice è aumentato dello 0,3% rispetto ai tre mesi precedenti.

L’indice corretto per gli effetti di calendario a novembre 2015 è aumentato del 3,8% in termini tendenziali (i giorni lavorativi sono stati 21 contro i 20 di novembre 2014). Nella media dei primi undici mesi dell’anno l’indice è diminuito del 2,0% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

A novembre 2015 l’indice grezzo ha segnato un aumento tendenziale del 7,5% rispetto allo stesso mese del 2014. Nella media del periodo gennaio-novembre 2015 l’indice è sceso dell’1,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Nel mese di novembre 2015 l’indice del costo di costruzione di un fabbricato residenziale rimane invariato rispetto al mese precedente e aumenta dello 0,5% nei confronti di novembre 2014.

L’indice del costo di costruzione di un tronco stradale con tratto in galleria diminuisce dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell’1,0% rispetto allo stesso mese del 2014; l’indice senza tratto in galleria diminuisce dello 0,2% rispetto al mese precedente e dell’1,3% rispetto allo stesso mese del 2014.

A novembre 2015, alla variazione tendenziale dell’indice del fabbricato residenziale contribuiscono l’aumento del gruppo di costo Manodopera (+0,9 punti percentuali) e la diminuzione di quello Materiali (-0,4 punti percentuali).

Il contributo maggiore alla diminuzione tendenziale degli indici deriva, sia per il tratto in galleria sia per quello senza galleria, dal calo dei costi dei materiali (rispettivamente -1,2 e -1,7 punti percentuali).

LASCIA UN COMMENTO