L’Archivio narrato, quarto appuntamento venedì 12 e sabato 12 all’Archivio Storico del Banco di Napoli.

0
208

Un incendio doloso, una fitta trama di responsabilità, un’azienda impegnata a punire i responsabili e insieme a nascondere i fatti: costruire una storia prevede l’uso di un preciso punto di vista. Uno dei molti episodi conservati in Archivio si presterà a una narrazione alla Rashomon, lo stesso evento raccontato da tante angolazioni possibili. Quale la più credibile? O la più idonea a valorizzare il materiale documentario?

Venerdì 12 e sabato 13 febbraio 2016 si terrà il quarto stage de “L’Archivio narrato ovvero il tempo, grande scultore”, il ciclo di otto incontri (fino all’11 giugno 2016, presso lo storico Archivio del Banco di Napoli in via Tribunali 213) sulla narrazione e la drammaturgia proposti dalla Lalineascritta, il laboratorio di scrittura ideato 23 anni fa da Antonella Cilento e da lei condotto. Lo stage di febbraio scava in uno degli episodi più oscuri della storia dei Banchi a Napoli, un misterioso incendio documentato nelle fonti archivistiche, che si presta benissimo alla costruzione di un racconto corale, di una narrazione multipla alla Rashomon – il film del 1950 diretto da Akira Kurosawa che lo rese famoso in Italia e nel mondo e che gli valse il Leone d’Oro al Festival di Venezia nel 1951 e l’Oscar l’anno successivo – in cui concorrono diversi punti di vista e, in questo caso, quello degli impiegati del Banco, dei dirigenti dell’epoca, dei sospetti sui diversi personaggi e del clima che si respirò anche negli anni successivi al fatto di cronaca. Un esercizio perfetto per scandagliare le mille sfaccettature della verità, una parabola sulla relatività delle “versioni ufficiali” sui fatti.

L’Archivio Narrato è un ciclo di otto stage di scrittura, uno al mese (calendario completo su www.lalineascritta.it) e intende formare i partecipanti alla costruzione del racconto e del romanzo storico a partire dalle fonti economiche della Fondazione Banco Napoli, che custodisce nelle sue 330 stanze il più grande archivio bancario d’Europa. La Lalineascritta, che non è nuova a questo genere di attività: in ventitré anni ha realizzato percorsi simili presso l’Archivio di Stato di Napoli, la Fondazione Querini Stampalia di Venezia, presso pinacoteche e musei, dalla Stuart di Parma a Capodimonte.

Gli stage si svolgeranno il venerdì (dalle ore 14:30 alle 19:00) e il sabato (dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle ore 14:30 alle ore 19:00).

Questo il calendario dei successivi incontri:

venerdì 11 e sabato 12 marzo 2016 | con Antonella Cilento

1799: I PERSONAGGI DIMENTICATI

Racconto o romanzo?

venerdì 15 e sabato 16 aprile 2016 | con Stefania Bruno

La scena della storia

venerdì 13 e sabato 14 maggio 2016 | con Stefania Bruno

Sentire le voci

venerdì 10 e sabato 11 giugno 2016 | con Stefania Bruno

Smontare e rimontare

Per informazioni e iscrizioni

www.lalineascritta.it, info@lalineascritta.it, laboratori@lalineascritta.it,

tel. 081.2462079 / 349.6303260

LASCIA UN COMMENTO