Lavoratore ex Cub trascorre la notte su tetto termovalorizzatore Acerra. Sono più di 40 mesi che non vengono pagati.

0
64

Rifiuti: bloccate vie accesso a termovalorizzatore AcerraHa trascorso la notte sul tetto del termovalorizzatore di Acerra (Napoli), il lavoratore dell’ex consorzio di bacino da 40 mesi senza stipendio che chiede il pagamento delle spettanze dovute per sé e per l’altro migliaio di lavoratori Cub.

I colleghi dell’uomo, intanto, nella tarda serata di ieri hanno bloccato i camion di rifiuti diretti all’impianto di incenerimento, ed al momento é sospeso l’arrivo degli autoarticolati.

I lavoratori chiedono il pagamento delle spettanze dovute e una nuova legge regionale per il reimpiego degli addetti “entro il 10 marzo”. “Tutti gli impianti sono bloccati – spiegano – e continueremo le nostre proteste almeno fino a quando non saremo pagati”. Davanti al termovalorizzatore, da ieri, sono presenti le forze dell’ordine e i pompieri. (ANSA)

Appena due settimane fa un altro lavoratore ex Cub di Mugnano si era suicidato sparandosi un colpo di fucile.

LASCIA UN COMMENTO