Monica Zunica al Caffè Letterario Portanova venerdì 4.

0
70

locandina calendario aperitivi con gli autoriSecondo appuntamento del ciclo “Aperitivi con gli autori” al Caffè Letterario Portanova, a Napoli in piazza Portanova 8, venerdì 4 dicembre alle ore 18; protagonista la scrittrice Monica Zunica.

Nata a Napoli, dove ha vissuto fino al 2010, anno in cui ha scelto di trasferirsi in un piccolo paese del Molise e vivere con la sua famiglia a diretto contatto con la natura, la Zunica ha pubblicato i romanzi Senza sapere nulla (Dante & Descartes 2007) e Il rovescio delle cose (L’ancora del Mediterraneo 2011) e la raccolta di racconti Il popolo muto (CentoAutori 2008). Tra le onde i giorni dimenticati (Compagnia dei Trovatori 2011) è un romanzo particolare, nato da un’idea di Vittorio Brun, allora manager di Acqua Campania, che voleva diffondere il tema dell’acqua e la riflessione sulla sua importanza per la vita attraverso l’arte narrativa, tra fantasia e realtà.

Il progetto fu affidato a Piero Antonio Toma, giornalista e scrittore, che scelse Monica Zunica sia per la sua notevole capacità scrittoria e per la delicatezza del suo linguaggio narrativo, sia per il suo sviscerato amore per la natura, per la cui difesa è da sempre in prima linea come ambientalista e animalista. Ne è nato un romanzo affascinante, in un volume arricchito dalle illustrazioni del fumettista Alessandro Rak, che oltre che nelle librerie è stato distribuito nelle scuole, per promuovere un nuovo tipo di educazione ambientale, attraverso la fantasia della narrazione.

Protagonista del romanzo è Filippo, un uomo di 46 anni che vive da solo in un appartamento al centro di Napoli, chiuso in un’esistenza grigia e sempre uguale, deluso dalla vita e dai sogni giovanili mai realizzati. Ha un piccolo negozio di fotocopie, non esce quasi mai e le sue giornate sono monotone, senza scosse e senza emozioni, fino a quando una sera trova nella sua casella di posta elettronica una lettera di Ondina, una misteriosa ragazza che gli scrive dopo aver letto un suo romanzo quasi dimenticato degli anni della gioventù, quando era in prima linea per la salvaguardia dell’ambiente e si nutriva di fervidi ideali. Tra i due ha inizio uno scambio epistolare che porterà Filippo pian piano a riaprirsi alla vita e a rinascere, rispondendo alla richiesta di aiuto della ragazza che vive in una casa vicino al mare, che vive di quel mare che ha accanto, e che nasconde un segreto doloroso.

L’acqua principio vitale, elemento essenziale di cui nessun essere vivente può fare a meno, è al centro della narrazione di Monica Zunica, che riparlando del suo romanzo viene a parlare ai lettori appunto di acqua, tema scelto in consonanza con la decisione del Comune di Napoli di inserire questo elemento, l’acqua intesa come bene comune, come simbolo della annuale Fiera dei Presepi di San Gregorio Armeno, quindi tra gli elementi caratterizzanti del Natale a Napoli 2015.

L’incontro si svolgerà sotto la forma di un dialogo informale tra scrittrice e lettori, seduti sui divanetti o ai tavolini del Caffè sorseggiando un aperitivo, con la possibilità di interagire con l’autrice con commenti e domande, nell’atmosfera di un vero e proprio Salotto letterario.

 

LASCIA UN COMMENTO