Neuromed presenta La Notte dei Ricercatori, venerdì 26 al Parco Tecnologico di Pozzilli (Isernia)

0
179

Il 26 settembre prossimo la scienza sarà protagonista a Pozzilli. La Notte dei Ricercatori, questo il nome dell’evento, andrà in scena a partire dalle ore 9:30 per proseguire fino a notte fonda, al Parco Tecnologico Neuromed di Pozzilli in località Camerelle.

L’evento è promosso dall’IRCCS Neuromed in collaborazione con la Fondazione Neuromed e con il patrocinio di Regione Molise, Provincia di Isernia e Comune di Pozzilli. Il Parco diventerà un unico grande laboratorio all’aperto, dove i visitatori avranno l’occasione di vivere il lavoro della ricerca grazie all’incontro con donne e uomini che quotidianamente si dedicano allo studio delle patologie neurologiche.

L’evento Notte europea dei Ricercatori è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 e da anni porta la scienza tra i cittadini e soprattutto tra i giovani, coinvolgendo ogni anno migliaia di ricercatori e Istituzioni di ricerca in tutti i Paesi europei.

Neuromed intende per la prima volta promuovere questa ‘festa della scienza’. L’obiettivo, attraverso eventi interattivi, esperimenti pratici, seminari e altre modalità di comunicazione, è di creare occasioni di incontro tra scienziati e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante.

Diffondere la cultura scientifica non è solo un dovere per ogni ricercatore, ma è un elemento fondamentale in una società democratica. Come già nel 1939 affermò Robert Dewey, “La libertà di ricerca, la tolleranza di diversi punti di vista, la libertà di comunicazione, la distribuzione di quanto viene scoperto, sono parte sia del metodo scientifico che del metodo democratico”.

In linea con questo principio, il 26 settembre prossimo l’IRCCS Neuromed aprirà le porte agli studenti, alle famiglie, ai curiosi, agli appassionati del mondo della ricerca. Visite nei laboratori, esperimenti interattivi e, soprattutto, dialogo con i ricercatori e con i medici, che spiegheranno il loro lavoro, illustreranno come si sceglie questa carriera e accompagneranno i giovani in questo primo incontro con il mondo della ricerca.

 

Tre i programmi delle attività:

Aspettando … la Notte dei Ricercatori

apertura del Parco tecnologico alle scuole di ogni ordine e grado

  • dalle ore 9:30 alle ore 12:30 spazio dedicato ai bambini delle scuole Primarie e Secondarie di primo grado (elementari e medie);
  • dalle ore 15:00 alle ore 17:30 spazio dedicato ai ragazzi degli Istituti Secondari di secondo grado (superiori);

 

La Notte dei Ricercatori al Neuromed

dalle ore 18:30 alle ore 24:00 apertura alle famiglie

alle ore 21:30 la musica protagonista al Neuromed

  • scopriremo il Neurolook insieme alla NEUROBAND, composta da medici e ricercatori, che si esibirà in un concerto;
  • Country Music con il gruppo Howling Mutt;
  • Sipario Comico con Gennaro Calabrese.

Il percorso ricercatore per un giorno si caratterizzerà in maniera articolata: oltre alle visite nei laboratori ci saranno numerose simulazioni di ricerca scientifica pensate per i visitatori ed elaborate insieme a loro.

Alcuni degli esperimenti interattivi proposti ai ragazzi:

  • MEMORY BOX a cura del Laboratorio dei Disturbi del Movimento;
  • ESPERIMENTI DI CHIMICA QUOTIDIANA a cura del Laboratorio di Neurogenetica e Malattie Rare;
  • L’ASSASSINO COLPISCE a cura del Laboratorio di Genetica molecolare;
  • COSTRUIAMO IL DNA  a cura del Laboratorio di Neurofarmacologia;
  • LA MOSTRA DELL’EVOLUZIONE DELLA RADIOLOGIA  a cura dell’Unità di Diagnostica per Immagini IRCCS Neuromed;
  • IMPARIAMO A GESTIRE LE CRISI EPILETTICHE a cura del Centro di Epilessia IRCCS Neuromed;
  • SCOPRIAMO UN ECOCARDIOGRAMMA DI UN CUORE SANO a cura del Laboratorio di Angio-Cardio-Neurologia;
  • IL RUOLO DELLA LATTOFERRINA NEI TUMORI – LA COLORAZIONE DI UN VETRINO AL MICROSCOPIO Laboratorio di Neuropatologia;
  • IL GIOCO DELL’OCA DELL’ALIMENTAZIONE – QUESTIONARIO ALIMENTARE – STAND DEL PICCOLO MOLI-SANO a cura del Laboratorio di Epidemiologia.

Oltre a tutto questo, lo spazio la ricerca si mostra – stand con immagini e foto a cura dei laboratori di ricerca – e una mostra in ricordo di Rita Levi Montalcini.

Una colazione e un aperitivo al microscopio saranno il break dei ragazzi curata dal Laboratorio di Epidemiologia e seguendo i dettami della Dieta Mediterranea, patrimonio immateriale dell’Unesco. Per gli amanti delle stelle sarà possibile l’osservazione della volta celeste con telescopi a cura del Gruppo Astrofili Frentani.

Questo è solo un assaggio. Tante altre le attività in programma al Neuromed, tutte social e innovative per far trascorrere a tutti coloro che arriveranno a Pozzilli una giornata all’insegna della ricerca.

LASCIA UN COMMENTO