“Che Nuttata ch’è schiarata” la prima notte bianca del Rione Sanità mercoledì 16.

0
106

Da sx Rossella Cannella direzione artistica , Maria Bolignano, Padre Antonio Loffredo, ass. Nino Daniele, Francesco Mastandrea, Vincenzo PirozziProseguono con costanza e determinazione gli obiettivi della Fondazione di Comunità San Gennaro, nuova forza di sostegno dello sviluppo umano, culturale ed economico del Rione Sanità che incoraggiala Cura del Bello, la Cultura del dono, della Partecipazione e della Responsabilità. Dopo la positiva esperienza della I edizione di “Benvenuti al Rione Sanità”, la Fondazione in collaborazione del Comune di Napoli – assessorato alla Cultura e al Turismo – promuove la notte bianca al Rione Sanità dal titolo “Che nuttata c’hè schiarata”.

La serata è il MAIN EVENT di “Quannonascette Ninno…il Natale al Rione Sanità”, la rassegna natalizia in programma nel quartiere dal 16 dicembre al 10 gennaio.

E proprio il 16 dicembre, anche primo compleanno della Fondazione di Comunità San Gennaro, a partire dalle 21, ci sarà lo spettacolo e la grande festa in piazza Sanità presentata da Maria Bolignano, Francesco Mastandrea, Susanna Petrone, Fabiola Cimminella e Antonio Furia. Tra gli altri si alterneranno sul palco Zulu dei 99 Posse, Valerio Jovine, Ciro Giustiniani, gli Arteteca, Mino Abbacuccio, Sud 58, Alessandro Bolide, Daniele Decibel Bellini, Gino Fastidio, Tony Figo, DJ Frank Carpentieri e tanti altri.

“In Piazza Sanità, in questi ultimi mesi più volte insanguinata, vogliamo, il 16 dicembre, scendere con le “nostre armi” – dichiara il parroco del quartiere Antonio Loffredo – A Napoli i primi a comprendere la forza rivoluzionaria della Cultura, della Musica, del Bellosono stati gli artisti, ai quali va il nostro più grande grazie. Gli artisti, prima degli altri, hanno deciso quella sera di esserci. La loro compagnia e complicità ci onora, ci conferma e ci aiuta a resistere. Senza le fantasie che ci diano speranza, noi del Rione Sanità, non avremmo la forza di affrontare le avversità della vita”.  La regia dell’evento è affidata a Vincenzo Pirozzi.

L’evento è anche dedicato a Genny Cesarano, la giovane vittima innocente del fuoco criminale, a cui è stato intitolato un torneo di calcio che in queste settimane ha visto la partecipazione di tanti giovani. Nel corso della notte bianca sarà premiata sul palco la squadra vincitrice.

 

Vera anima di questa iniziativa sono i giovani del quartiere che ci accompagneranno alla scoperta delle bellezze storico-artistiche ed umane del Rione. La giornata del 16 dicembre si aprirà con un importante convegno dal titolo “UN BENE PER TUTTI – Le Catacombe di San Gennaro – Bilanci e Visioni” che si terrà proprio il 16 dicembre dalle ore 9,30 presso la Basilica di San Gennaro extra moenia, e con una serie di laboratori pomeridiani sulle nuove economie e sulla rigenerazione del tessuto urbano (info prenotazioni@catacombedinapoli.it).

Molti gli eventi che animeranno le strade e i luoghi del Rione Sanità fino al 10 gennaio. Tra questi uno speciale SOCIAL TOUR  in programma il 19 dicembre e il 9 gennaio su prenotazione (0817443714), eventi per i più piccoli in piazza con gli operatori sociali del quartiere e spettacoli teatrali a cura di Nuovo Teatro Sanità. Le giornate di festa saranno anche occasione di lancio della San Gennaro Card, una speciale card che rende socio sostenitore della Fondazione di Comunità San Gennaro e dà diritto a tanti sconti e agevolazioni presso i luoghi di interesse e le attività promosse dal quartiere e dai commercianti che aderiscono alla Fondazione.

Per il programma completo di “Quannonascette ninno… il Natale al Rione Sanità” consultare il sito www.fondazionesangennaro.org.

LASCIA UN COMMENTO