One More Pack, gli Oscar del packaging alle Catacombe di San Gennaro a Napoli.

0
122

Una piacevole serata interamente dedicata al mondo del packaging, della creatività e del design: è stata quella vissuta venerdì 27 giugno presso le suggestive “Catacombe di San Gennaro” di Napoli, che hanno ospitato la cerimonia di premiazione di “OneMorePack”, Premio italiano di Creative Packaging Design, ideato e diretto dall’industria poligrafica Grafica Metelliana Spa di Cava de’ Tirreni (Sa) per premiare i migliori packaging realizzati per il mercato italiano.

Un buon riscontro di critica e di pubblico ha suggellato il successo della prima edizione dell’iniziativa, che ha coinvolto complessivamente 367 progetti e 174 designer italiani, tra i quali una giuria tecnica ha selezionato i migliori lavori per le 5 categorie in concorso (Food&Beverage, Esthetic, Various, Shopping Bag e Visual). A decretare, poi, i vincitori in ciascuna categoria è stato il pubblico del web in virtù delle votazioni on line espresse sul sito www.graficametelliana.com fino allo scorso 20 giugno.

I premiati. Mario Cavallaro, vincitore della categoria Food&Beverage con il progetto dal titolo “Madonna dell’Olivo Special Edition 2013”, si è aggiudicato un Mac Book Air, consegnato da Mauro Antonini (Sales Manager di Macchingraf). Ad Amaya Rodrigo, vincitrice della categoria Esthetics con il progetto “Linea di Profumi Luxdea”, è andata una Fotocamera Reflex, consegnata da Luciano Sepe (Promoter di Fedrigoni). A premiare Alessandro De Sio e Bruna Pallante, vincitori della categoria Various con il progetto “Raccolta di poesie volume 2”, è stato Giovanni Vigone (Sales Account Manager di Esko), che ha consegnato loro una Chaise longue di design ecologico. Un TV Color 3D è stato, invece, assegnato da Giovanni Satta di Luxoro a Salvio Capasso, vincitore della categoria Shopping bag con il progetto “Summer Flowers”. Ed infine, Marco Bruno e Manuela Siragusa, vincitori della categoria Visual con il progetto “Explain yourself. Raso Easy Chic”, hanno portato a casa una Dock Station, consegnata da Roberto Staiano di Logics.

Tra i numerosi votanti on line che hanno partecipato al Premio è stato sorteggiato Pietro Martinelli (votante n. 1518), che si è aggiudicato un Tablet Samsung Galaxy TAB3. «Si tratta della prima assoluta per un Premio simile, organizzato per di più da un’azienda del Sud – ha commentato con soddisfazione Gerardo Di Agostino, amministratore delegato di Grafica Metelliana – Il nostro obiettivo è farlo diventare un riferimento nazionale per coloro i quali vogliano confrontarsi sui temi della creatività e dell’innovazione del settore».

La serata partenopea, condotta dal giornalista Nunzio Siani e da Iole Preziosi del reparto Marketing e Comunicazione di Grafica Metelliana Spa, è stata arricchita da alcune “chicche”. Dapprima la visita guidata alle “Catacombe di San Gennaro” per tutti gli ospiti intervenuti. A seguire gli attesi interventi sul tema del packaging a cura di noti professionisti del settore: Emanuele Posenato di Print Buyer, che si è soffermato su trend e numeri del settore della cartotecnica; Emily Louise Simonis, delegata Unicom, che ha parlato della percezione del packaging made in Italy all’estero; Alessandro Cocchia, Docente di Progettazione grafica presso il Centro Studi Ilas di Napoli, che si è incentrato sull’innovazione nella progettazione grafica dei packaging.

Non è mancata una sorpresa: il maestro origamista Pasquale D’Auria ha presentato un suo lavoro realizzato per l’occasione, la scatola “Metelliana”, termine che fa riferimento sia alla città di provenienza, Cava de’ Tirreni, che all’Industria Poligrafica promotrice dell’evento. Il maestro D’Auria ha, poi, deliziato la platea con le sue realizzazioni artistiche e funzionali ed ha mostrato come l’arte degli origami possa essere utilizzata per creare packaging ecosostenibili. L’esposizione di numerose sue realizzazioni è rimasta aperta al pubblico nel corso dell’aperitivo.

Promosso da Grafica Metelliana (vincitrice del Premio alle eccellenze grafiche “La Vedovella” 2013 come Industria Grafica dell’Anno), “OneMorePack” è stato patrocinato da Aiap e Unicom ed ha avuto come partner Macchingraf, Luxoro, Fedrigoni, Xerox, Logics, Esko, Print Buyer, Tremil e Catacombe di Napoli.

L’appuntamento è fin d’ora fissato per la prossima edizione, che già si preannuncia ricca di novità. Su tutte, l’apertura agli studenti delle scuole di design, altre categorie in gara e nuove modalità di valutazione.

LASCIA UN COMMENTO