Patrizia Spinosi racconta Carlo Faiello giovedì 3 da Iocisto.

0
225

Il teatro in libreria con Carlo Faiello raccontato dalla voce di  Patrizia Spinosi e la chitarra di Michele Bonè

Giovedì  3 dicembre  2015 a iocisto #lalibreriaditutti in Via Cimarosa 20 (Piazza Fuga) , alle 20:00, proseguono gli incontri con attori e autori de “Il teatro tra le righe” con patrizia Spinosi che racconta Carlo Faiello.

La  rassegna a cura di Tiziana Beato,  porta le opere e gli autori teatrali in libreria in un modo nuovo: Il progetto nasce infatti dalla volontà di far conoscere ai lettori il ‘testo teatrale’ contemporaneo nei dettagli, nei particolari non detti.

Degli  incontri/recital  in cui gli attori si cimenteranno in un omaggio all’autore da essi stessi prescelto e  in un dibattito

aperto con il pubblico. Questo incontro ha come protagonista Carlo Faiello raccontato da Patrizia Spinosi .

Patrizia e Carlo si incontrano da bambini al quartiere Sanità e le loro strade personali e artistiche si sono incrociate più di una volta.

Patrizia Spinosi nasce nella  Compagnia di De Simone e Carlo Faiello ne farà gli arrangiamenti.

Ecco entrambi  questo giovedì saranno la testimonianza di una canzone dalla matrice popolare ( n. d. r. Faiello è autore di molte canzoni della Nuova Compagnia di canto popolare).

Spinosi reciterà e canterà i testi di Carlo Faiello e insieme a lui ripercorreranno aneddoti e racconti di una tradizione ormai persa. Alla chitarra Michele Bone’.

 

Carlo Faiello

 

Da giovane si diploma al conservatorio di Napoli in contrabbasso e dal 1984 entra a far parte dell’orchestra di Roberto De Simone e della Nuova Compagnia di Canto Popolare. Comincia a lavorare con essa in vari spettacoli quali: La gatta Cenerentola, Cantata di Masaniello, Carmina Vivianea, Le disgrazie di Pulcinella. Per la compagnia inoltre è stato autore e compositore di vari album: Medina, Tzigari, Incanto acustico, Pesce d’’o mare. Partecipa al Festival di Sanremo come autore per la NCCP con Pe’ Dispietto (1992), che vince il premio della critica, e Sotto il velo del cielo (1998) che si classifica in 15ª posizione. Scrive anche per Roberto Murolo, L’Italia e bbella, brano portato a Sanremo che riscuote grande successo da parte della critica e Ho sognato di cantare. Per Murolo compone anche i brani dell’album Ottantavogliadicantare. La sua esperienza teatrale continua con la composizione delle musiche per lo spettacolo di Lina Sastri,Melos. Nel 2001 l’etichetta Oriente Musik di Berlino,dopo aver presentato il suo progetto discografico Le danze di Dioniso al Welt Music Festival (Womex) – Rotterdam,realizza una distribuzione per tutta l’Europa.Dal 2002 al 2006 la sua performance Le Danze di Dioniso è ospitata nei festivals Europei ed Italiani come Vulcano Festival,Sete Sois Sete Luas,SchlossGoldrain,Sconfinando –Festival,Festival du Cinéma Italien. Dal 2003 al 2005 è direttore artistico della Festa della Biodiversità. Nel 2005 Squilibri Editore Roma pubblica il suo Libro Il Suono della Tradizione. Nello stesso anno è l’arrangiatore del Cd di Dario Fo,Sciascià.

 

Patrizia Spinosi

Inizia la sua attività di attrice-cantante nel 1978, prendendo parte allo spettacolo teatrale “ L’Opera dei morti di fame “ di Elvio Porta con la regia di Armando Pugliese. Dal 1979 entra nella Compagnia E.T.C., diretta da Mico Galdieri, partecipando agli spettacoli del M° Roberto De Simone: “ La Festa di Piedigrotta “ di R. Viviani, “ L’Opera buffa del giovedì santo “, “ Eden Teatro “, “ La Lucilla costante “, “ Il Bazzariota “, “ La Gatta Cenerentola “, “ Io ti Canto in Discanto “, “ Il canto de li cunti “, “ Dedicato a Maria “, “ L’Opera dei centosedici”. Dal 1988 al 1992 ha lavorato con Maurizio Scaparro ( Liolà, di L. Pirandello ), con Antonio Calenda ( Il medico dei pazzi, di E. Scarpetta ), con Tato Russo ( L’Opera da tre soldi di B. Brecht, Piazza Municipio di R. Viviani ), con Mariano Rigillo ( Pescatori di R. Viviani ).

Nel 1994 è stata una delle fondatrici della Compagnia  Media Aetas Teatro con la Direzione Artistica di Roberto De Simone ed ha preso parte a tutte le produzioni fino all’anno 2003. Stagione 2008-’09: “ Don Chisciotte Della Mancia” con la partecipazione e la regia di M. Rigillo e le musiche di Nicola Piovani.

LASCIA UN COMMENTO