Le professioni digitali, quali sono le figure che le aziende cercano per sviluppare il web business.

0
28

the-role-of-a-web-business-analyst-_877_392048_0_14077597_500La divisione Digital&New Media di Michael Page ha realizzato uno studio retributivo su 12mila candidati nel settore digitale. Dal «Programmatic buying manager» all’esperto di e-commerce, chi cercano le aziende? Il Sole 24 Ore ha pubblicato la classifica delle 10 professioni più richieste:

1. Programmatic Buying manager Retribuzione: 40mila-70mila euro (5-9 anni di esperienza)

Il programmatic buying manager si occupa della pianificazione pubblicitaria “ad audience”: la strategia che permette di inquadrare e corteggiare un target ben definito di utenti. Secondo Michael Page, il background richiede un buon equilibrio tra requisiti tecnici e commerciali: competenze professionali nelle galassia digital e penetrazione diretta delle condizioni di mercato.

2. E-commerce manager Retribuzione: 45mila-80mila euro (5-9 anni di esperienza) 80mila-100mila euro (9-12 anni di esperienza)

Gli specialisti del commercio elettronico seguono i canali di vendita online delle aziende. Un driver decisivo, se si considera la scarsa familiarità tra Pmi e web (meno di un’impresa su tre è presente con un sito autonomo) e i margini di apertura sui mercati internazionali garantiti dal web.

3.  Web marketing manager Retribuzione: 40mila-70mila euro (5-9 anni di esperienza)
70mila-85mila euro (9-12 anni di esperienza)

Il web marketing manager gestisce le campagne di marketing digitale. Sua la responsabilità delle strategie sui nuovi media, come l’aumento di visibilità del marchio (online branding), la “fidelizzazione” dei clienti e la creazione di landing page promozionali.

4.  Web sales account Retribuzione: 35mila-60mila euro (5-9 anni di esperienza)
60mila-100mila euro (9-12 anni di esperienza)

Richiestissimo dalle concessionarie, il web sales account si occupa di commercializzare spazi e prodotti pubblicitari. Gli interlocutori privilegati per la sua attività sono centri media (centrali di acquisto pubblicitario) o advertiser (le aziende che pubblicizzano il proprio brand, prodotto o servizio).

5.  Chief technology officer Retribuzione: 50mila-60mila euro (5-9 anni di esperienza)
60mila-90mila euro (9-12 anni di esperienza)

Dustin Moskovitz, primo chief technology officer (Cto) di Facebook, rientra stabilimente nelle classifiche dei paperoni più giovani al mondo con un patrimonio di 8,1 miliardi di dollari. Senza spingersi troppo in là, il Cto è tra i manager più preziosi per lo sviluppo dell’azienda: definisce gli investimenti tecnologici, valuta lo stato di avanzamento, stima il progresso tecnico che si potrebbe ricavare da fusioni e alleanze con altre società.

6. Publisher manager Retribuzione: 40mila-60mila euro (5-9 anni di esperienza)
60mila-80mila euro (9-12 anni di esperienza)

l publisher manager si dedica allo “scouting” di nuovi canali per la comunicazione pubblicitaria. Le sue mansioni? Individuare partner adatti, come i siti internet senza una concessionaria interna; coordinare le comunicazioni e le scadenze; tenere sott’occhio il traffico generato e le implementazioni tecnologiche che possono monetizzarlo al meglio.

7.  Seo manager Retribuzione: 35mila-60mila euro (5-9 anni di esperienza)
60mila-80mila euro (9-12 anni di esperienza)

Richiesti a ritmo del +27% annuo, i Seo manager gestiscono il posizionamento del sito aziendale sui motori di ricerca. Le mansioni si racchiudono già nella sua formula iniziale, search engine optmization: ottimizzazione di contatti ed esposizione dei portali web. Si richiedono conoscenza professionale dell’informatica, meglio se con una laurea nel settore; predisposizione all’analisi dei dati; familiarità con i motori di ricerca che catturano il grosso dei clic in rete.

8.  Online strategic planner Retribuzione: 40mila-60mila euro (5-9 anni di esperienza)
60mila-70mila euro (9-12 anni di esperienza)

L’online strategic planner gestisce la pianificazione del budget media, definendo i prodotti di digital advertising e i canali più adatti. Sue anche la responsabilità di monitoraggio sull’efficacia della campagna, il ritorno degli investimenti (Roi) e il raggiungimento degli obiettivi prefissati con i clienti.

9. Customer relationship manager Retribuzione: 40 mila-50mila euro (5-9 anni di esperienza) 50mila-70mila euro (9-12 anni di esperienza)

Il customer relationship manager è il “ponte” tra l’azienda e la clientela. Le sue funzioni prevedono il monitoraggio del ciclo di vita dei consumatori, la propensione all’acquisto, il grado di soddisfazione o di insoddisfazione – oltre a tutti i correttivi che devono migliorare il tasso di fidelizzazione del pubblico. Le ultime tecnologie hanno ampliato il parco “minimo” di competenze digitali: dai database più elementari si è passati al management dei big data, con il lavoro annesso di mappature su comportamenti e gusti della clientela.

10.  Online Project manager Retribuzione: 40mila euro (5-9 anni di esperienza)
60mila euro (9-12 anni di esperienza)

Un manager di progetto. Digitale: è la funzione dell’online project manager, il “custode della consegna” dei progetti definiti con la clientela. Figura ibrida tra business e competenze tecniche, l’Opm presiede alle varie fasi di sviluppo e controlla il rispetto di tempistiche, costi e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO