Servizio Civile, giovani del Sud in prima linea.

0
28

Esercitazione tsunami: partecipa anche portaerei MarinaIl Sud protagonista nel Servizio Civile. Nel presentare l’avvio dei progetti di servizio civile, a Napoli, il fondatore e presidente di Amesci, Enrico Maria Borrelli, parla del servizio civile come “strumento principe della partecipazione giovanile, fondamentale per ridurre la distanza, sempre più ampia, tra giovani e istituzioni”.

Così come evidenziato nel rapporto sull’organizzazione, gestione e svolgimento del servizio civile, è nel Sud che si registra la più alta concentrazione (45%) del totale dei volontari avviati nel 2014 (15.114) su tutto il territorio nazionale.

“A 43 anni dall’introduzione in Italia di un servizio civile sostitutivo di quello militare – afferma – il servizio civile e la sua possibile dimensione europea rappresentano un tema di stringente attualità politica”.

L’evento, organizzato dal Forum Nazionale Servizio Civile, ha visto la partecipazione dell’Assessore della Regione Campania ai Giovani e ai Fondi Europei Serena Angioli e di Gianluca Luise, docente di Storie delle Istituzioni Politiche europee dell’Università Federico II di Napoli. Tre i focus principali: storia delle istituzioni europee; il Servizio Civile in Italia e in Europa: esperienze a confronto; programmi europei e prospettive formative.

Nell’incontro sono stati coinvolti organizzazioni e giovani provenienti da 17 paesi, europei e balcanici, per confrontarsi sulla possibilità di condividere un’idea di quello che potrebbe essere un servizio civile europeo. (ANSA).

LASCIA UN COMMENTO