Start Up e cultura d’impresa con SUN e Unicredit. Parte il progetto “Una buona idea per una buona impresa”.

0
60

Stimolare la creazione di start up, da parte degli studenti, e di spin off, da parte dei docenti. È questo, in estrema sintesi, l’obiettivo della partnership tra UniCredit e Seconda Università degli Studi di Napoli.

Se ne è parlato oggi,  presso l’Aula Magna del Dipartimento di Economia della SUN, nell’ambito del  convegno dal titolo “Imprenditorialità, start up e cultura di impresa. La nuova sfida di Sun e UniCredit”.

Dopo i saluti iniziali di Giuseppe Paolisso, Rettore della Seconda Università di Napoli e di Felice Delle Femine, Regional Manager Sud, UniCredit Spa, Laura Castaldi, Esperta Start up Lab della SUN, Massimo D’Olimpio, Head of Public Sector & Territorial Development Region Sud di UniCredit e Gabriella De Martino, Public Sector &Territorial Development Region Sud di UniCredit hanno presentato il progetto di SUN e UniCredit “Una buona idea per una buona impresa”, che sarà coordinato dal Dipartimento di Economia della Sun attraverso lo Start Up Lab, con un’attenzione particolare dedicata al programma UniCredit Start Lab

Successivamente, nel corso di una “Tavola rotonda”, moderata da Francesco Izzo, Professore Ordinario di Strategie dell’innovazione della SUN, hanno partecipato, tra gli altri, Luigi Ciardulli, membro del Senato Accademico SUN, Raffaele De Nigris, Presidente Gruppo De Nigris, Mario Di Girolamo, CEO Boosha srl e Filippo Terrasi, Delegato del rettore al Trasferimento Tecnologico SUN.  I relatori, partendo dalla presentazione della loro personale realtà imprenditoriale e/o accademica, si sono confrontati sul tema della diffusione della cultura di impresa e dello spirito imprenditoriale tra i giovani, puntando sul ruolo che ciascun attore del territorio può e deve avere.

“Crediamo che sia fondamentale oggi diffondere tra i giovani la cultura dell’impresa – ha detto Giuseppe Paolisso, Rettore della Sun – soprattutto in un’università come la nostra, che si confronta con un territorio difficile e dove c’è ancora molto da fare quanto a sviluppo economico. Questa sinergia con Unicredit ha, dunque, un grande valore per noi e ci auguriamo che essa sia foriera di idee e di una sempre più intensa collaborazione”.

“L’incontro di oggi conferma una relazione già in corso tra UniCredit e la SUN per diffondere la cultura di impresa tra i giovani –ha affermato Felice Delle Femine, Regional Manager Sud di UniCredit. Come banca siamo impegnati da tempo a promuovere la formazione, l’innovazione e l’ imprenditoria giovanile, al fine di supportare i giovani del territorio che hanno capacità imprenditoriali e incentivare la creazione di nuovo lavoro e anche l’incontro di oggi segue questa direttrice. Il nostro obiettivo comune, infatti, è quello di far emergere il valore dei giovani talenti del territorio,  anche per cercare di frenare l’emorragia di giovani che vanno all’estero o in altri territori del Paese per mancanza di opportunità. Per questo ritengo che iniziative come quella di oggi siano molto utili, soprattutto  nel nostro Mezzogiorno, territorio pieno di giovani brillanti che trovano però nel loro percorso maggiori difficoltà ad emergere”

Il progetto SUN / UniCredit “Una buona idea per una buona impresa”, come ripreso anche nelle conclusioni di Mario Sorrentino, Direttore di Start up Lab, si rivolge a studenti e docenti universitari, desiderosi di mettersi in gioco con idee e progetti di tipo imprenditoriali.  L’obiettivo è di costruire assieme (Università e Banca) nuovi progetti d’impresa, meglio se innovativi, che nascono dal basso, dalla volontà degli studenti, lavorando non solo sugli aspetti tecnici (economici, giuridici e fiscali), ma anche su quelli che rendono il progetto capace di stare sul mercato. Il supporto della Banca sta proprio nel fornire un punto di vista “realistico” alle idee nate in aula. Alla fine del programma formativo, le migliori idee potranno iscriversi alla call in corso di UniCredit Start Lab, che scadrà il prossimo 30 aprile.

LASCIA UN COMMENTO