Torna il Comicon, dal 30 aprile al 3 maggio alla Mostra d’Oltremare.

0
70

napoli-comicon-2015-Il rinomato festival napoletano, dedicato alla Nona Arte, da anni offre spazio alla musica dal vivo; ai musicisti che sono anche fumettisti/illustratori ma soprattutto completa un percorso di esperienze artistiche che il numerosissimo pubblico vive durante i cinque giorni del festival.

Anche per questo 2015 si conferma la collaborazione tra Napoli Comicon e Freakout per quanto riguarda la scelta e l’organizzazione dei concerti. L’unione d’intenti con lo storico magazine musicale partenopeo, nonché brillanti promoter e produttori di eventi, alimenta une affaire che il festival ha sempre tenuto a cuore.

Per questa edizione la location principale è lo stage del Teatro Mediterraneo che ospiterà “concerti d’autore” di rilievo nazionale, ma c’è anche il ricco programma dello stage esterno – posizionato nei pressi della Torre delle Nazioni- dedicato al sound J-Pop e J-Rock.
A TUTTI I CONCERTI SI ACCEDE COL MEDESIMO BIGLIETTO D’INGRESSO AL COMICON.

Il tema del Napoli Comicon 2015 è Fumetto&Media: la stampa.
Anche per la sezione Live ci saranno musicisti che da anni dedicano i loro show musicali utilizzando l’arte dell’illustrazione per raccontare storie incredibili e poetiche.
Una fusione tra la tradizione rock-cantautorale e il disegno con illustrazioni che in alcuni casi avverrà in tempo reale.

Gli ospiti sono: Tre Allegri Ragazzi Morti, del fumettista Davide Toffolo, rinomata rock band italiana; il progetto Sound&Vision della rock band Dorian Gray che portano in scena l’illustratore Francesco Ciampi aka Ausonia, uno speciale evento con David Riondino e il fumettista Milo Manara. Infine spazio ai giovani con i The Shak&Speares, band che sta facendo ballare e divertire tutta Italia grazie al suo fresco e energico gipsy-folk-punk e il promettente Massimo Devita aka Blindur.

IL CAST DEL COMICON LIVE
30 aprile, 1 maggio e 2 maggio
Mostra d’oltremare, ingresso da Piazzale Tecchio
dalle ore 18.00
biglietto giornaliero 10,00 €
  acquistabile in prevendita e presso le biglietterie della fiera durante i 4 giorni di Festival salvo esaurimento.

 

TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI IN CONCERTO open act BLINDUR [scarica la foto ]
GIOVEDI 30 APRILE 2015 – TEATRO MEDITERRANEO, MOSTRA D’OLTREMARE ORE 18.00
Dopo l’episodio pilota del 2014 a Cagliari, Tre allegri ragazzi morti scelgono il mese di aprile 2015 per presentare al resto d’Italia il loro concerto “Unplugged”. Al Comicon 2015 la band del fumettista Davide Toffolo ritorna dopo due anni, allora il meteo avverso fece saltare la loro esibizione; come promesso siamo pronti ad ospitarli nuovamente. Voci, due chitarre ed un basso acustico, spazzole sulle pelli ed una scaletta ricca di classici del trio mascherato e di cover preziose. Così si presenteranno sul palco Davide Toffolo, Enrico Molteni e Luca Masseroni, coadiuvati dal quarto allegro ragazzo morto Andrea Maglia. Un tour acustico immaginato per cantare a squarciagola, un esorcismo collettivo contro i problemi della quotidianità che per la prima volta viene portato in giro per tutto lo stivale. L’esperienza di Cagliari è stata registrata e molti avranno già avuto modo di ascoltare quell’incisione sul cd allegato al volume “Vent’anni di comunicazione visiva nel laboratorio di Tre allegri ragazzi morti” uscito il 5 novembre 2014 per Rizzoli-Lizard. E’ possibile acquistare quel concerto anche nei negozi digitali e ascoltarlo nei numerosi servizi di streaming online.
BLINDUR è un progetto del polistrumentista e cantautore napoletano Massimo De Vita, già a lavoro con Modena city ramblers; Stefano Cisco Bellotti; Daniele Sepe; Geraldine MC Gowan; le Strisce; Bluestuff; Marzouk Mejri, Tonino Carotone, Nccp etc.
Il progetto nasce nell’autunno 2013 e a Massimo De Vita si affianca l’amico di vecchia data Michelangelo Micki Bencivenga (banjoista, chitarrista e polistrumentista). Attualmente Blindur sta completando il primo lavoro in studio con Birgir Birgisson, storico fonico dei Sigur Ros.
New folk, indie e post rock si mescolano a strumenti tradizionali e moderni, paesaggi sconfinati come quelli islandesi e irlandesi e lo spazio intimo di una stanza, perchè Blindur è, prima di qualunque altra cosa, un viaggio.
www.facebook.com/treallegriragazzimorti  – www.treallegriragazzimorti.it  – www.facebook.com/Blindur

 

SOUND&VISION IN CONCERTO [scarica la foto ]
VENERDI 1 MAGGIO 2015 – TEATRO MEDITERRANEO, MOSTRA D’OLTREMARE ORE 18.00
Un disegnatore, una band musicale, uno schermo: questi i protagonisti di una performance in cui le immagini proiettate sono disegnate contestualmente all’esecuzione dei diversi brani. “Sound and Vision” è il format ideato in collaborazione con le graphic novel della casa editrice Coconino press (Gruppo Fandango), in cui musica e immagini interagiscono in un percorso dinamico. In scena le musiche originali dei Dorian Gray, illustrate dal disegnatore Ausonia. ”Sound and Vision” è giocato su due livelli narrativi: un viaggio nell’universo sonoro dei Dorian Gray, illustrato e interpretato all’impronta attraverso i disegni creati e proiettati dal vivo su uno schermo contestualmente con i brani eseguiti dalla band cagliaritana. Sulle scene della musica indipendente dalla fine degli anni Ottanta, i Dorian Gray si consolidano nel decennio successivo, una delle stagioni più fertili dell’underground italiano. Sette album, un’intensa attività concertistica in patria e all’estero (prima band italiana in Cina Popolare), premi e riconoscimenti (come quello alla carriera ricevuto nel 2009 al MEI il Meeting delle Etichette Indipendenti), definiscono la storia del gruppo, da sempre guidato dal cantante Davide Catinari. Apprezzati dalla critica, notati anche da Fernanda Pivano per i versi di alcune loro canzoni, con “Sound and vision” i Dorian Gray hanno sviluppato l’idea del rapporto con il linguaggio dei disegni già accennata dalla grafica dei loro ultimi due dischi, “Forse il sole ci odia” (del 2008) e “La pelle degli spiriti” (2011), illustrati rispettivamente da Igort e da Manuele Fior.
www.doriangraymc.com  – www.facebook.com/DorianGrayMCOFFICIAL

 

MILO MANARA e DAVID RIONDINO [scarica la foto di Manara ] [scarica la foto di Riodino ]
SABATO 2 MAGGIO 2015 – TEATRO MEDITERRANEO, MOSTRA D’OLTREMARE ORE 19.00
con la partecipazione dei Corde Oblique: Riccardo Prencipe (chitarra), Edo Notarloberti (violino).
Riondino conversa con Manara, che racconta del suo Caravaggio. Si vedono in grande le immagini, Manara commenta e Riondino legge il testo ad alta voce. Un po’ come al cinema muto. La musica in certi casi fa da sfondo, in altri diventa colonna sonora su cui corrono senza commento le immagini. Insomma il cinema, quando il cinema era il disegno.
La vita, il genio e la stessa fisionomia di Andrea Pazienza hanno ispirato Milo Manara per dare vita e forma al suo Michelangelo Merisi nell’opera a fumetti “Caravaggio. La tavolozza e la spada” che, dopo anni di lavoro, il maestro pubblica con Panini Comics. “Andrea Pazienza – osserva Manara – è il Caravaggio dei giorni nostri. Anche per il mestiere che aveva scelto. Se Caravaggio fosse vivo adesso sceglierebbe o il cinema o il fumetto. Del resto oggi il fumetto non è più una questione per ragazzini, è diventato adulto“.
www.milomanara.it  – www.paninicomics.it/web/guest/paninicomics/news

 

 

THE SHAK&SPEARES – FREAKHOUSE REC. NIGHT IN CONCERTO [scarica la foto ]
SABATO 2 MAGGIO 2015 – PADIGLIONE AMERICA LATINA, MOSTRA D’OLTREMARE ORE 22.00
La band di Pompei ha pubblicato due album, Gagster (2013) e Dramedy (2014), dal sapore agreste e dinamicamente punk. Già nota per essersi esibita al party Panini Comics lo scorso anno il gruppo guidato dai Fratelli Marlowe torna ad esibirsi al Comicon. Ironici, irriverenti e soprattutto coinvolgenti. Dal vivo è impossibile non ballare e farsi coinvolgere dai loro cori dal tipico sound là-là-là.
www.theshakandspeares.com  – www.facebook.com/shakandspeares  – www.facebook.com/freakhouserecordsbooking

La musica Live al Comicon si completa di altri concerti. La Cultura asiatica in ambito fumettistico è molto presente e così è impossibile non dare spazio alle migliori figure musicali in ambito J-rock e J-pop: punk, rock, pop, elettronica e grunge sono i generi che suonano questi gruppi giapponesi e coreani. Nel loro paese sono delle vere e proprie star: i nipponici The Asterplace dal tipico sound punk; K-ble Jungle della giapponese Eriko tra pop ed elettronica; Airly che è un’idol e talent giapponese indipendente che fa anche la modella e suona pop-punk; gli ADAMS band visual kei apparsa sulla scena musicale giapponese nel novembre 2011 e propongono canzoni in stile J-Rock.
Inoltre spazio alle cover band con spettacolo composto da diversi medley di musiche di cartoni animati, film, telefilm e sigle TV, dal vivo gli Zapping Cartoon Project e i Loverin Tamburin una delle più famose cover band tra gli appassionati di anime e manga giapponesi. Inoltre spazio ad ALEX il primo artista K-pop 100% Made in Italy. Italiano di seconda generazione Alex Chen è nato nel 1994 a Milano da genitori cinesi trasferitisi in italia circa 30 anni fa.

qui maggiori dettagli: www.comicon.it/category/live/

LASCIA UN COMMENTO