A Torre del Greco l’arte è ancora Open sabato 23 e domenica 24.

0
96

OPENDopo il grande successo del primo ciclo di appuntamenti, torna nel fine settimana la rassegna “Open-il maggio dei luoghi e dell’arte” organizzata dal Comune di Torre del Greco e dalla Bazzarra con la Direzione Artistica di Gigi Di Luca.

La manifestazione, che è realizzata senza finanziamenti né pubblici né privati, continua quindi sabato 23 e domenica 24 maggio con numerosi altri appuntamenti. Il 23, giornata della memoria della strage di Capaci, ci sarà la visita a Villa De Nicola, residenza napoletana del primo Presidente della Repubblica, a cura dell’omonima associazione forense, con una lettura a più voci sul tema della legalità e dei diritti umani aperta a chiunque vuole partecipare e leggere un brano da un libro che porterà con se, sempre inerente il tema.

Nel pomeriggio, grazie alla collaborazione della Curia Arcivescovile di Napoli, riapre Villa del Cardinale, dove si possono ammirare gli spazi esterni e il bellissimo giardino e dove ci saranno azioni teatrali e laboratori per bambini a cura degli allievi della scuola di teatro La Bazzarra e performance musicali di Giuseppe Mauro.

Il 24 mattina visita guidata e azioni teatrali dedicate a Giacomo Leopardi a villa delle Ginestre in collaborazione con la fondazione ente per le ville vesuviane. Nel pomeriggio di domenica la chiusura a Villa Macrina con un aperitivo a cura dell’associazione cuochi Torre del Greco area vesuviana-nolana-strianese e con il concerto del gruppo etnica Ditirambo.

Dopo i positivi riscontri del primo ciclo – fa sapere l’Assessore alla Cultura, Alessandra Tabernacolosiamo certi che anche questa serie dei appuntamenti saprà catturare l’attenzione dei torresi e anche dei cittadini dei comuni vicini. Il programma è importante e vario, con la curiosità della riapertura dopo diversi anni di Villa del Cardinale”.

Lo scorso week end ha riscontrato notevoli consensi grazie alla formula dell’abbinamento di visite a monumenti, chiese e luoghi della città e spettacoli originali. Cosi come quella creata per il chiostro del liceo artistico Degni, che ha visto Amina Arena, Sara Russo, Alessandra Monaco e Francesca D’Avino danzare in modo particolare indossando cuffie per l’ascolto della musica che il pubblico separato da ampie vetrate non poteva ascoltare, e anche quelle di danza orientale con Carmen Famiglietti e le letture teatrali sulla simbologia del corallo a cura degli allievi della scuola di teatro La Bazzarra, il tutto accompagnato da un ampia visita al museo del corallo condotta dagli alunni della scuola. Sabato 16 maggio ci sono state numerose visite anche al museo della marineria torrese e all’ipogeo delle anime nella chiesa del Santissimo Sacramento e Michele Arcangelo.

Il legame luogo-spettacolo si è riproposto domenica 17 maggio con la performance di danza nell’ipogeo della chiesa di Santa Maria del Principio, a cura di Giuseppe Brancaccio, al porto con l’esibizione del trio Maurizio Giobbe, Maurizio Carbone e Silvia D’Istria per un omaggio intimo e sentito a Pino Daniele e con le immagini coreografiche di “anime leggere vestite di bianco” interpretate da Amina Arena, Francesa Di Sauro, Sara Russo, Sara Di Luca.

Grande suggestione ed emozione per lo spettacolo teatrale “Appassionata” della compagnia La Bazzarra con la regia di Gigi Di Luca e le attrici Maria Adamo, Monica Cipriano (anche straordinaria cantante),  Laura Ferraro e Maria Pacilio, realizzato in un palazzo Baronale trasformato per l’occasione in un piccolo anfiteatro con il numeroso pubblico seduto sullo scalone d’ingresso, entusiasta del toccante spettacolo di alta professionalità e soprattutto dell’iniziativa.

LASCIA UN COMMENTO