Il Treno Verde di Legambiente martedì 10 alla Stazione Centrale di Napoli con De Magistris e Caldoro.

0
46

treno-verde-2962Domani, martedì 10 marzo, al binario 12 della stazione centrale di Napoli, farà tappa il Treno Verde, la storica campagna nazionale di Legambiente e Gruppo Ferrovie dello Stato che quest’anno cambia “declinazione” per dar vita ad un viaggio speciale dedicato all’agricoltura e all’alimentazione in vista di Expo Milano 2015. Motto di questa edizione sarà “Tornare alla terra per seminare futuro” per sottolineare l’importante ruolo che l’agricoltura di qualità e delle buone pratiche ambientali e sociali ha e potrà avere anche di fronte alle sfide future. Il Treno Verde sarà aperto dalle 8.30 alle 13 per la scuole prenotate e dalle 16 alle 19 per il pubblico.

L’inaugurazione della tappa napoletana del Treno Verde è in programma alle ore 10 alla presenza del sindaco Luigi De Magistris; di Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania e Valerio Calabrese, responsabile Agricoltura Legambiente Campania. Alla cerimonia prenderanno parte gli Ambasciatori del Territorio campani, grande novità di questa edizione 2015 promossa da Legambiente e Alce Nero che avrà per protagonisti quegli agricoltori italiani e quelle realtà agricole che producono nel rispetto del patrimonio ambientale, sociale e culturale dei loro territori. Esperienze che rappresentano un possibile modello di economia sostenibile per i territori ed esempi di un movimento molto più grande, ma poco visibile di giovani e vecchi agricoltori che hanno superato il modello impoverente dell’agricoltura industriale intensiva.

Gli stessi Ambasciatori del Territorio saranno poi tra i protagonisti del focus “Biodiversità, agricoltura e legalità: la Campania verso l’Expo”, promosso per le ore 14,00 di martedì 10 marzo, presso Eccellenze Campane (via Benedetto Brin, 69 – Napoli), e coordinato dal vicepresidente di Legambiente Campania Anna Savarese e dal responsabile aree protette dell’associazione Pasquale Raia. Interverranno: Daniela Nugnes, Assessore Agricoltura Regione Campania; Ugo Leone, Commissario Parco Nazionale del Vesuvio; Gennarino Masiello, Presidente Coldiretti Campania; Alessandro Mastrocinque, Presidente CIA Campania; Michele Pannullo, Presidente Confagricoltura Campania e coordinatore Agroinsieme; Giuseppe Orefice, Presidente di Slow Food Campania; Fabio Giuliani, Presidente Libera Campania; Beppe Croce, responsabile settore Agricoltura Legambiente; Filippo Diasco, Direttore Generale Politiche agricole, alimentari e forestali Regione Campania. E’ prevista la partecipazione del Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro.

Alle ore 16, invece, si tornerà a bordo del Treno Verde alla stazione di Napoli Centrale per un incontro dibattito sul tema: “Orti urbani e agricoltura sociale: le iniziative di Legambiente” con la presenza, tra gli altri di: Daniela Sciarra, Coordinatrice nazionale settore agricoltura Legambiente; Antonio Gallozzi, Direttore Legambiente Campania; Italo Santangelo, Direzione. Generale Politiche agricole, alimentari e forestali Regione Campania
Dalle ore 17.30, infine, showcooking dello chef Pietro Parisi nella cucina viaggiante del Treno Verde. Con la tappa di Napoli si chiuderà il tour in Campania del convoglio ambientalista – realizzato anche grazie al patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Ambientali e Forestali e il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – che fino all’11 aprile sarà in giro per l’Italia: 15 tappe per far conoscere e riscoprire la bellezza e l’eccellenza dei territori, ma soprattutto per raccontare le migliori esperienze dell’agricoltura italiana di qualità in viaggio verso Expo Milano 2015, l’esposizione universale su alimentazione e nutrizione in programma dal primo maggio nel capoluogo lombardo.

Quest’anno il Treno Verde ha fatto un restyling delle sue quattro carrozze, che ospiteranno una mostra didattica dedicata all’agricoltura e all’alimentazione. La prima carrozza è dedicata al tema “Agricoltura o Agricolture? Dove viene il cibo” e sarà un viaggio alla scoperta della terra a partire dalla difesa e tutela del suolo fino alla mitigazione dei mutamenti climatici e alla riduzione dei consumi.

Ci sarà, inoltre, un percorso interattivo per scoprire da dove nasce il cibo. Tema della seconda carrozza sarà invece “La terra e il territorio. Chi produce il cibo?”: si parlerà di buone pratiche, di green economy, si incontreranno gli Ambasciatori del Territorio e qui si potrà sottoscrivere il Manifesto della Nuova Agricoltura.

La terza carrozza sarà dedicata a “Chi Mangia? Cosa mangia?” e tra i temi si discuterà di: etichettatura, corretta e sana alimentazione, stagionalità alla dieta mediterranea, spesa sostenibile. Inoltre, all’interno della mostra di Ecolife – progetto sugli stili di vita consapevoli cofinanziato dalla Commissione Europea – si potrà avere immediata percezione dei cambiamenti climatici attraverso le immagini di COSMO-SkyMed, il sistema satellitare dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) unico al mondo.

Infine a bordo della quarta carrozza si parlerà di “agricoltura e sociale”, di orti in città e delle esperienze di Libera Terra e delle altre associazioni e cooperative che ogni giorno lavorano per garantire un’agricoltura sostenibile e una sana alimentazione.

LASCIA UN COMMENTO