Advertisements
- Pubblicità -
Home L'Ambiente che cambia #CheAriaFa a Procida Capitale della Cultura, sabato 19 punto stampa sulla qualità...

#CheAriaFa a Procida Capitale della Cultura, sabato 19 punto stampa sulla qualità dell’ambiente.

Annunci
Dallo scorso 10 febbraio è attivo un laboratorio mobile per il monitoraggio della qualità dell’aria nel centro cittadino di Procida, Capitale Italiana della Cultura 2022. L’Agenzia ambientale della Campania ha infatti collocato sull’isola un mezzo mobile in grado di rilevare le concentrazioni in atmosfera di un set di inquinanti che comprende ossidi di azoto, ozono, monossido di carbonio, polveri sottili PM10, PM2.5 e PM1 (queste ultime con misurazioni a frequenza oraria) oltre a diversi parametri meteorologici.
Appuntamento sabato 19 febbraio alle ore 10 del mattino nella sede del municipio in via Libertà 12 per la presentazione dell’iniziativa nata dalla collaborazione tra il Comune di Procida e l’Arpa Campania.
All’incontro nella sede comunale seguirà sopralluogo nei pressi della scuola elementare Vittorio Scialoja, in via Vittorio Emanuele 141, dove è collocato il laboratorio mobile per il monitoraggio della qualità dell’aria.
All’incontro aperto alla stampa saranno presenti il direttore generale Arpac Stefano Sorvino, il sindaco di Procida Raimondo Ambrosino, il vicesindaco Titta Lubrano, il dirigente UOC Reti di monitoraggio e Centro meteo Arpac, Giuseppe Onorati.
Con la sua conoscenza, sedimentata nel corso degli anni, delle condizioni ambientali del territorio, l’Arpa Campania contribuisce a raccontare i punti di forza paesaggistici e culturali della regione, intervenendo non soltanto nelle situazioni di crisi, ma anche puntando a certificare la qualità dell’ambiente. Nel corso dell’incontro verranno presentate le prime risultanze del monitoraggio in corso.
Per la partecipazione all’evento è necessario essere muniti di Green Pass “rafforzato” e indossare mascherina FFP2.
Advertisements
Parla con noi
WhatsApp GazzettadiNapoli.it
Ciao, ti scrivo dalla chat di GazzettadiNapoli.it
Exit mobile version