Giornata nazionale del paesaggio al Parco Archeologico dei Campi Flegrei mercoledì 14.

0
123

Il Parco Archeologico dei Campi Flegrei aderisce il 14 marzo alla Giornata nazionale del Paesaggio, istituita dal Mibact, in collaborazione con Legambiente Città Flegrea e con il gruppo archeologico Kyme.

Lo scopo della Giornata è richiamare il paesaggio quale valore identitario del Paese e trasmettere alle giovani generazioni il messaggio che la tutela e lo studio della sua memoria storica costituiscono valori culturali ineludibili, premessa per un uso consapevole del territorio e uno sviluppo sostenibile. Due gli eventi in calendario, alle Terme di Baia e all’Anfiteatro di Cuma, con apertura straordinaria.

Alle 11 e alle 15 sarà possibile partecipare ad un particolare percorso «Archeosensorial: alla ricerca del benessere», all’interno del Parco Archeologico delle Terme Romane di Baia (via Sella di Baia, 22 – Bacoli). Qui è prevista una passeggiata archeologica e naturalistica molto emozionante alla scoperta delle specie della Macchia Mediterranea e delle antiche terme romane. Gli educatori ambientali del circolo di Legambiente Città Flegrea guideranno i partecipanti gratuitamente alla scoperta di Baia antica, delle sue terme, luoghi di benessere e relax, e della vegetazione florida che cresce nell’area archeologica di cui saranno elencate le proprietà officinali e fisioteraupetiche (la prenotazione è obbligatoria +393311636020 + 393281731302). 

Per la Giornata del Paesaggio è prevista l’apertura eccezionale dell’Anfiteatro di Cuma (via Cuma, 320 – Bacoli) l’evento «A spasso nel tempo: alla scoperta dell’Anfiteatro Cumano e del paesaggio agrario flegreo». Qui gli esperti del gruppo archeologico Kyme accompagneranno il pubblico nella conoscenza del monumento e degli aspetti naturalistici del luogo (la prenotazione è facoltativa +393343329500)

L’anfiteatro cumano, ubicato nel suburbio della città immediatamente fuori le mura, fu edificato alla fine del II sec. a.C. e risulta uno dei più antichi anfiteatri della Campania. Scavato solo parzialmente e occupato da terrazze agricole, il contesto offre la possibilità di riconoscere colture tipiche dell’area flegrea e di riflettere sull’uso del territorio e sulla costruzione dei paesaggi. 

Parteciperanno all’evento gli studenti della scuola Plinio Il Vecchio – Gramsci di Bacoli (plesso di Cuma) che illustreranno le vicende storiche e insediative dell’antica città di Cuma, con approfondimenti sulla mitologia greco-romana, sugli autori classici che hanno descritto e tratto ispirazione dai luoghi flegrei, sul tema dello spettacolo e dei ludi gladiatori nella società romana.

 

LASCIA UN COMMENTO