Boccia: «Industria Felix ci ricorda che possiamo migliorare in un contesto amico della crescita».

609
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

«Industria Felix ci ricorda quanto sia ricco e diversificato l’apparato industriale italiano, quali e quante potenzialità abbia in seno e come si possa ulteriormente sviluppare in un contesto amico della crescita». È quanto scrive il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, in una lettera rivolta agli imprenditori premiati durante la seconda edizione di Industria Felix – La Campania che compete, svoltasi giovedì pomeriggio a Napoli a Città della Scienza, organizzata da Industria Felix Magazine, diretto da Michele Montemurro, con il co-finanziamento di Regione Campania tramite il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, in collaborazione con l’Università LUISS, Cerved, Associazione culturale Industria Felix, con i patrocini di Confindustria, Confindustria Campania, Ansa (media partner) e le partnership di Banca Mediolanum, Mediolanum Private Banking, Lidl Italia e M.Car.

«Le imprese che ricevono il Premio – scrive il presidente di Confindustria – hanno compreso per tempo che occorre essere eccellenti in ogni funzione aziendale e che l’industria del futuro dovrà essere ad alto valore aggiunto, alta intensità di capitale, alta produttività. Tutti obiettivi che si raggiungono con un duro e costante lavoro dentro le fabbriche, assieme ai nostri lavoratori, e fuori dei cancelli perché per essere competitivi abbiamo bisogno di un sistema che sappia individuare e neutralizzare gli ostacoli che rallentano il nostro cammino. Nonostante le criticità siamo comunque la seconda manifattura d’Europa e di questo dobbiamo essere orgogliosi ponendo con forza la questione industriale al centro delle politiche nazionali ed europee. L’impresa che cresce e crea occupazione – ha concluso Boccia – è la soluzione ai problemi di una società che vogliamo più giusta e inclusiva, capace di ridurre i divari tra persone e territori, davvero nemica della povertà».

Durante l’evento la Regione Campania ha presentato le misure a favore delle imprese e ha annunciato anche la possibilità di poter azzerare l’Irap per le aziende che investono sulla Zona Economica Speciale. Ad intervenire è stata la parte politica rappresentata dal Governatore Vincenzo De Luca, dall’assessore regionale Antonio Marchiello e dal presidente della III Commissione consiliare permanente Nicola Marrazzo e quella tecnica con il direttore generale per lo Sviluppo economico e le Attività produttive Roberta Esposito, la dirigente Daniela Michelino e il professor Riccardo Realfonzo.

Nel convegno, moderato dal giornalista Angelo Mellone, sono intervenuti il presidente di Confindustria Campania e Unione Industriali Napoli Vito Grassi, l’ad Finanza di Lidl Italia Luca Boselli, i responsabili dell’Ufficio studi e delle Vendite di Cerved Guido Romano e Enrico Fulfaro, il docente di Economia industriale di LUISS Cesare Pozzi, il regional manager di Banca Mediolanum Costante Turchi, l’ad di M.Car Gaetano Pascarella e il portavoce del Comitato Scientifico di Industria Felix 2019 e presidente di Confindustria Benevento Filippo Liverini.

 

Advertisements