Il presidente di Confindustria Boccia visita lo stabilimento Atitech.

738
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Visita privata del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, ieri sera, allo stabilimento Atitech, uno dei gioielli dell’imprenditoria napoletana e nazionale, prima industria della città per numero di dipendenti (oltre 650 unità lavorative comprese quelle indirette) e fatturato (70 milioni di euro nel 2019).

“E’ una realtà di grande spessore, un’azienda italiana e del Mezzogiorno protagonista a livello internazionale –  commenta Vincenzo Boccia -. Atitech è l’esempio di come il connubio tra innovazione tecnologica e buone idee possa garantire successo sul mercato. Nel corso della visita allo stabilimento e agli uffici, ho visto all’opera personale di assoluta qualità che, anche di sera e in un giorno pre-festivo, lavora con spirito di squadra e abnegazione. C’è un forte legame tra Atitech e Confindustria: entrambe mettono al centro del proprio operato il lavoro sul campo e l’occupazione. E i risultati danno ragione a questa filosofia”.

Duecentosessanta aerei manutenuti in un anno – 210 per manutenzione pesante e 60 per manutenzione leggera -, 5 hangar, più un sesto dedicato esclusivamente alla verniciatura, circa 1.000 check effettuati nelle facility presso lo scalo aeroportuale di Capodichino. Sono i numeri dell’azienda di Gianni Lettieri, sempre più proiettata verso i mercati internazionali attraverso la fornitura di servizi di alta qualità a prezzi competitivi.

Atitech ha rapidamenente aumentato il portafoglio clienti negli ultimi anni, proponendo i propri servizi – dalla manutenzione per aerolinee italiane e straniere alla verniciatura, dalle ispezioni ad alto contenuto di tecnologia al supporto logistico – alla maggior parte di vettori presenti nell’EMEA (Europe – Middle East- Africa).

Attualmente l’azienda ha in linea di lavorazione contemporaneamente 20 aerei  che rappresentano compagnie di 11 paesi tra Europa, Middle East e usa – tra le più importanti figurano Alitalia, Airfrance, Ryanair, Euroatlantic, Blupanorama, Mistral – e ha sottoscritto un contratto pluriennale in esclusiva per la gestione della flotta Airbus A 319 dello Stato italiano e la flotta ATR della Guardia di Finanza.

Advertisements