Lockdown, l’allarme di Gambrinus: -80% fatturato, un terzo dei dipendenti in cassa integrazione, se continua così tra 2 mesi si chiude.

0
359
The owner of the historical caffe', Gambrinus, Antonio Sergio, in Naples, Italy, 26 October 2020. In his salons furnished in Art Nouveau style, with stuccoes and statues of the late nineteenth century, heads of state and monarchs have passed. This place is a must for many when they arrive in Naples. But the Covid-19, and the resulting economic crisis, does not seem to want to spare even the historic cafe located near Plebiscito square. 'The drop in turnover is 80% at this rate, within a couple of months, we risk having to close. If this continues, we are no longer able to continue', said Antonio Sergio on Monday. ANSA / CIRO FUSCO
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

Lo storico caffe’ Gambrinus è una tappa obbligata per molti quando arrivano a Napoli. Nei suoi salottini sono passati monarchi e capi di stato.  Ma il Covid-19, e la crisi economica che ne deriva, sembra non voler risparmiare neanche lo storico caffè a due passi da piazza del Plebiscito.

Il crollo del fatturato è dell’80% – spiega Antonio Sergio, che insieme con il fratello Arturo ne è il proprietario – di questo passo, entro un paio di mesi rischiamo di dover chiudere. Se continua così, noi non siamo più in grado di continuare”.

Quello che Sergio dipinge è il più drastico degli scenari.

“Per la prima volta, da oggi, abbiamo 15 dipendenti in Cassa integrazione, su un personale di 45. Viviamo soprattutto di turismo, ma tra i nostri clienti ci sono anche i napoletani che fanno una passeggiata. Ora per strada non c’è nessuno”.

E nell’ora di punta per un bar, al Gambrinus non entra nessuno, oggi, a prendere un caffè nemmeno al banco. Ai tavolini all’esterno sono seduti in totale quattro clienti, altri due sono nella sala interna. Un vuoto e un silenzio normalmente sconosciuti nello storico caffè sempre affollato.

Oggi alle 18, così come prevede l’ultimo Dpcm, anche il Gambrinus si fermerà. “Sono d’accordo sull’adozione di misure anche drastiche da parte del Governo – spiega il suo titolare – ma servono sostegni economici reali, le spese restano le stesse. E intendo luce, acqua, gas, i fitti commerciali”.

funshopping.it è il marketplace dedicato ai piccoli commercianti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here