Lotteria Italia, venduto il 38,9% dei biglietti in più dell’anno scorso. Focus Campania.

581
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia

Questa sera in programma l’estrazione della Lotteria Italia. In questa edizione sono stati venduti 6.359.771 tagliandi, contro i 4.578.675 dello scorso anno, con una crescita del +38,9%. Numeri davvero importanti – segnala l’agenzia specializzata Agimeg – per la Lotteria Nazionale più antica del nostro Paese, fortemente sostenuta dall’ADM, grazie all’azione del direttore generale dell’Agenzia, Marcello Minenna, e del direttore Giochi numerici e Lotterie, Stefano Saracchi.

La vendita nella rete autorizzata di tabaccherie e ricevitorie fa segnare un +28,1% (da 3,3 a 4,3 milioni). Nel dettaglio, i biglietti venduti nei tabacchi ammontano a 3,3 milioni, il +24,4% rispetto ai 2,6 milioni del 2020, mentre i tagliandi staccati nei bar sono cresciuti del +47,7%, da 638.780 a 943.320.

Valore sempre più in crescita anche per i distributori locali (+55,5%), mentre la voce “altri distributori” viaggia con il +94,6% di vendita. Va evidenziato che nella rete “storica” (tabaccai e ricevitorie) di distribuzione dei biglietti della Lotteria Italia viene venduto quasi il 70% dei tagliandi.

Negli altri canali di vendita, in Autogrill – altro luogo classico per la vendita dei tagliandi della Lotteria Italia e dove ad ogni edizione finiscono sempre premi importanti – si registra infatti una crescita record del +107%. Da notare che in Autogrill e stazioni di servizio – sottolinea Agimeg – vengono venduti circa il 12% dei biglietti totali (erano l’8% nella scorsa edizione). Segno meno invece per l’acquisto online: via internet la vendita segna infatti un -30,6%.

Ma quali sono le regioni in cui sono stati venduti più biglietti? Secondo i dati dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli elaborati da Agimeg, il Lazio è in testa a questa speciale classifica con 1.178.820 biglietti staccati (il 18,8%), seguito dalla Lombardia con 1.054.820 (il 16,8%), terzo posto per la Campania con 608.460 (il 9,7%). In top five anche l’Emilia Romagna, con 577.660 (il 9,2%), ed il Piemonte con 427.560 (il 6,8%). In Top Ten anche Toscana (434.200 e il 6,9%), Veneto ( 401.760 e il 6,4%), Sicilia (330.460 e il 5,3%), Puglia (265.120 e il 4,2%) e Marche (155.600 e il 2,5%). Subito dietro la Liguria (152.840 e il 2,4%), l’Abruzzo (166.800 e il 2,7%), l’Umbria (120.800 e l’1,9%), la Calabria (116.640 e l’1,9%), il Friuli Venezia Giulia (85.700 e l’1,4%), la Sardegna (68.420 e l’1,1%), il Trentino Alto Adige (57.120 e lo 0,9%), la Basilicata (39.060 e lo 0,6%), il Molise (28.120 e lo 0,4%), fanalino di coda la Valle d’Aosta (15.500 e lo 0,2%).

Tra le grandi città, Roma si conferma ancora una volta la capitale per vendita di biglietti: ben 911.390 i tagliandi acquistati, seguita da Milano con 472.260 e da Napoli con 308.620. In top five anche Torino con 249.040 biglietti e Bologna con 209.230. Oltre quota 100 mila tagliandi staccati si piazzano anche Firenze (141.920), Frosinone (130.430), Salerno (128.880), Verona (119.780) e Brescia (111.260). cr/AGIMEG

In questa edizione della Lotteria Italia, in Campania sono stati venduti 608.460 biglietti. La provincia in cui sono stati staccati più tagliandi è stata Napoli, con 308.620 biglietti, seguita da Salerno con 128.880, da Caserta con 93.220, da Avellino con 55.740 e da Benevento con 22.000 tagliandi.

Nella scorsa edizione, ricorda l’agenzia Agimeg, in Campania sono stati vinti complessivamente 1 milione e 25 mila euro, grazie al quarto premio di prima categoria da 500 mila euro centrato ad Altavilla Irpina (AV), ai tre premi da 50 mila euro finiti a Portici (NA), Casoria (NA) e Bisaccia (AV), più ulteriori 15 premi da 25 mila euro ciascuno che hanno premiato Napoli (3), Campagna (SA) (2), Avellino, San Nicola la Strada (CE), Atripalda (AV), Sala Consilina (SA), Quarto (NA), Villaricca (NA), Villa di Briano (CE), Salerno, Teano (CE) e Nocera Inferiore (SA).

Nella storia della Lotteria Italia, la Campania è stata protagonista in più di un’occasione. Nell’edizione 2018 il primo premio da 5 milioni finì infatti a Sala Consilina (SA), ma andando indietro nel tempo si registrano altri primi premi da 5 milioni, finiti a Napoli nelle edizioni 2011, 2007 e 2006, che fanno del capoluogo campano una delle città italiane più vincenti. Ai premi da 5 milioni vanno aggiunti anche numerosi secondi premi, come quello realizzato a Napoli nel 2018 (2,5 milioni), a San Nicola la Strada (CE) (2 milioni nel 2015), a Casoria (NA) (2 milioni nel 2013) e a Numana (AV) (2 milioni nel 2012). In luce anche i premi da 1,5 milioni centrati a Pompei nell’edizione 2018 e a Caserta nel 2014. cr/AGIMEG

Advertisements