Meet Italian Brands 2024, da lunedì 22 a mercoledì 24 alla Mostra d’Oltremare

Proiettare le aziende e i brand del settore moda in Campania sui mercati internazionali, favorendone il consolidamento e lo sviluppo economico-commerciale. È l’obiettivo del programma di promozione ed internazionalizzazione ‘Meet Italian Brands 2024’, che si terrà dal 22 al 24 gennaio 2024 nei padiglioni 5 e 6 della Mostra d’Oltremare di Napoli.

Si tratta del primo B2B fashion event in Italia dedicato al networking e alle relazioni con i mercati esteri che consente alle aziende del settore abbigliamento total look che distribuiscono un proprio marchio attraverso i canali di vendita Franchising & Retail di far conoscere la propria offerta produttiva e dialogare con gli addetti al settore moda del resto del mondo.

L’iniziativa è stata presentata oggi, 18 gennaio 2024, presso la Sala Giunta della Regione Campania.

All’evento parteciperanno oltre 80 aziende campane di grandi e piccole dimensioni, selezionate attraverso una Manifestazione d’interesse emanata dalla Regione Campania, che in totale raggiungono oltre 1 miliardo di fatturato e circa 20mila addetti compreso l’indotto. Prevista la presenza di oltre 100 buyer stranieri.

Il ‘Meet Italian Brands 2024’, elaborato in linea con le strategie individuate dalla Regione Campania e dal Tavolo Regionale della Moda e del Design (MODEC), sarà affiancato da una serie di eventi di settore che si terranno a Napoli il 22, 23, 24 gennaio.

Un format innovativo che non è solo “esposizione, contatti e vendita”, ma anche confronto e crescita formativa, tra modelli di innovazione e approfondimento delle radici, in una narrazione unitaria ricca di storia.

 

Il progetto coinvolge: Regione Campania, ITA-ICE – agenzia per l’internazionalizzazione (promozione all’estero della manifestazione ed incoming di buyer), Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Confindustria Campania e Unione Industriali Napoli (promotore), CIS-Interporto Campano – Nola Business Park (promotore), Mostra d’Oltremare Spa (soggetto attuatore), Università della Campania Luigi Vanvitelli (formazione e cultura della moda), ed ha come partner SMI – Sistema Moda Italia, Assocalzaturifici, Museo della Moda Regionale.

 

Il progetto di promozione ed internazionalizzazione

Previsti incontri B2B tra le aziende partecipanti e i buyer selezionati, invitati ed ospitati da ITA-ICE, interessati a sviluppare il brand italiano sul proprio mercato e provenienti da 35 Paesi e 5 Continenti (America, Asia, Emirati Arabi, Europa e Africa).

 

Per l’occasione, inoltre, è stata realizzata da ITA-ICE la piattaforma internet dedicata “365 SMART”, promossa presso la rete dei 78 uffici esteri dell’Agenzia e sulla quale sono state create vetrine digitali riservate ad ogni singola azienda partecipante.

 

I buyer presenti non si limiteranno a incontrare le aziende negli spazi espositivi allestiti alla Mostra d’Oltremare, ma avranno anche la possibilità di visitare fisicamente i loro stabilimenti di produzione. In tal modo il settore moda del territorio campano sarà valorizzato in tutte le sue componenti, facendolo vivere come esperienza a tutto campo.

 

Il panel dei lavori è completato da una conferenza di inaugurazione alla presenza delle principali autorità locali e nazionali, da una serie di talk e da altri eventi autonomi programmati nel centro storico di Napoli dalla Università degli Studi “Luigi Vanvitelli” e dalla Fondazione Mondragone, che coinvolgeranno la città in una kermesse di cultura e di impresa.

La cerimonia di apertura, in particolare, è in programma lunedì 22 gennaio alle ore 10.30 alla Mostra d’Oltremare di Napoli (padiglione 6).

Parteciperanno:

Assessore alle Politiche Giovanili e al Lavoro – Chiara Marciani
Italian Trade Agency – Presidente Matteo Zoppas
Ministero delle Imprese e del Made in italy – Consigliere del Ministro per la valorizzazione e promozione del Made in Italy – Roberto Luongo
Unioncamere Nazionale – Presidente Andrea Prete
Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” – Rettore Giovanni Francesco Nicoletti
Unione Industriali Napoli – Presidente Costanzo Jannotti Pecci
Tavolo della Moda e del Design della Campania – MODEC – Responsabile della Programmazione Unitaria – Almerina Bove
Mostra d’Oltremare – AD Maria Caputo
Nola Business Park Cis – Interporto Campano – Amministratore Delegato Claudio Ricci

Conclusioni del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca

Il Settore della Moda in Campania

L’iniziativa fa parte di una strategia più ampia che vede i principali attori istituzionali del territorio nel settore assieme per valorizzare una delle filiere più estese e articolate del panorama locale e nazionale. La Campania, infatti, con 27.000 aziende, è la seconda regione italiana per numero di imprese attive nella Moda. Un sistema animato prevalentemente da micro (33%) e piccole aziende (60%), che si conferma una presenza significativa nel panorama del fashion system internazionale, con un fatturato stimato in oltre 15 miliardi di euro e 110.000 addetti (9% del dato nazionale e 50% di quello del Sud in riferimento al numero degli addetti ed a quello delle aziende).

 

La filiera regionale del TAC (tessile, abbigliamento, calzature) è la più estesa e articolata, e in più si completa con accessoristica, oreficeria, occhialeria, cosmetici.

 

La concentrazione territoriale in alcune aree determina veri e propri poli specializzati, come avviene per Avellino (conciario), Aversa (calzaturiero), Marcianise (orafo), Caserta (tessile, seterie), area Vesuviana (abbigliamento), Casalnuovo-Arzano (sartoria), Nola (logistica e distribuzione).

 

Ma è anche un comparto caratterizzato da innovazione e supportato da centri di ricerca e di alta formazione attivi nella sperimentazione di tessuti sostenibili e di abbigliamenti innovativi, attraverso il design di traiettorie tecnologiche in grado di rispondere alle esigenze di qualità nella produzione secondo le aspettative dei mercati esteri.

 

DICHIARAZIONI

 

Antonio Marchiello, Assessore Regionale alle Attività Produttive: “Moda in Campania significa cultura e valori. Il tavolo della moda della Regione Campania – Modec porta avanti questo tipo di attività attraverso manifestazioni internazionali e il Meet Italian Brands è sicuramente un’iniziativa lodevole. Tre giorni di incontri tra buyer stranieri e imprese che abbiamo selezionato e che rappresentano il meglio del territorio della Campania. Previsti anche incontri tematici e iniziative per i giovani in tema di formazione e lavoro”.

 

Maria Caputo, Consigliera delegata Mostra d’Oltremare: “Siamo sempre ben contenti di ospitare eventi utili a promuovere l’eccellenza campana in settori strategici come quello della Moda che ha una storia e un peso importanti sull’economia regionale e nazionale. L’appuntamento con Meet Italian Brands 2024 rappresenta un’occasione imperdibile per gli addetti ai lavori, per gli esperti e appassionati del settore che vogliono farsi conoscere e apprezzare in tutto il mondo. La MdO grazie ai suoi spazi e alla sua vocazione internazionale è il luogo giusto per mettere in risalto il talento nostrano nel settore moda. Abbiamo lavorato affinché questa edizione possa essere la prima di un evento annuale capace di crescere e coinvolgere sempre più aziende”

 

Luigi Giamundo, presidente della sezione Moda dell’Unione Industriali Napoli e delegato di Confindustria Campania al progetto Made in Sud: “La sezione Moda dell’Unione Industriali Napoli è impegnata in una grande azione di sistema per proiettare le aziende sui mercati internazionali. L’evento Meet Italian Brand è il risultato di un grande lavoro di squadra ed un circuito virtuoso che da tempo abbiamo attivato sul territorio grazie alla collaborazione e al dialogo tra attori territoriali e importanti partner nazionali come l’ITA-ICE. Grazie alla partecipazione della Regione e di altri partner si avvia un nuovo corso con l’obiettivo di assegnare al Sistema Moda Campano quel ruolo che merita nel panorama nazionale ed Internazionale”.

 

Claudio Ricci, amministratore delegato CIS-Interporto Campano – Nola Business Park: “Abbiamo accolto con soddisfazione questa iniziativa promossa dalla Regione Campania a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese campane. Mi piace ricordare che, un anno fa circa, presso il Nola Business park si svolse la prima edizione di Meet Italian Brand e fu un autentico successo di adesioni e presenze di buyer esteri. La Regione Campania e l’assessore Antonio Marchiello hanno confermato la volontà di farlo diventare un appuntamento fisso, annuale, in grado di far apprezzare il prodotto delle nostre aziende al mercato mondiale”.

programma_mit_ITA

Advertisements