Progetto Campania Green Time Vision vincitore dell’avviso pubblico “Ecosistemi Innovativi” della Regione Campania.

0
427
funshopping.it è il marketplace dedicato ai piccoli commercianti

Il progetto Campania Green strutturato da Time Vision è stato selezionato come vincitore nell’ambito dell’avviso pubblico “Misure di rafforzamento dell’ecosistema innovativo” della Regione Campania.

La graduatoria dei vincitori è stata pubblicata lo scorso gennaio. Lo scopo dell’avviso e, contestualmente, quello del progetto Time Vision, è quello di valorizzare il capitale umano impegnato nello sviluppo di startup innovative ad alta intensità conoscitiva in linea con la RIS3 Campania e con gli ambiti della green economy.

Sono coinvolti i settori dell’energia, dell’ambiente, della cultura e del turismo, al fine di incrementare la competitività delle imprese e favorire, di conseguenza, i mutamenti tecnologici ed economici del territorio.

La Regione Campania è stata in grado di individuare e premiare un progetto dai forti connotati innovativi, dando così la possibilità a giovani e potenziali startupper di intraprendere un percorso che consentirà loro di trasformare la propria idea in un vero e proprio business.

Ma in cosa consiste il progetto Time Vision “Campania Green”?

Progetto Campania Green di Time Vision

Il progetto Campania Green prevede Time Vision come ente capofila, con prestigiosi partner quali Città della Scienza e Palazzo Innovazione.

E importanti collaborazioni con Tecno in SPA, Promete SRL, Anea – Agenzia Napoletana Energia e Ambiente e Netcom Group SPA.

Il progetto si sviluppa in varie fasi, con il coinvolgimento di giovani interessati all’innovazione, potenziali imprenditori e startup. La durata complessiva è di 12 mesi.

Fase 1 – Animazione e scouting

La prima fase del progetto Campania Green prevede l’organizzazione di incontri tematici e café scientifique, focalizzati sull’imprenditorialità.

Si affronteranno argomenti come la creazione di startup e la crescita professionale, tramite dibattiti ma anche diffusione di informazione tecnico – pratiche mediante materiale formativo ed orientativo.

Previsti anche dei laboratori scientifico – didattici, realizzati presso istituti scolastici in Campania, in merito alla green economy e attività imprenditoriali innovative.

La prima fase si concluderà con un evento di diffusione dei risultati, dove ci si concentrerà su tutto ciò che riguarda la green economy, in particolare le prospettive future e la nascita di green jobs in moltissimi settori economico – professionali.

Questa fase è caratterizzata da eventi ed attività rivolte principalmente alle nuove generazioni e, in particolare, a coloro che sono ancora in una fase decisionale rispetto al percorso formativo e professionale da intraprendere.

Particolare attenzione sarà rivolta alle donne e ad individui in condizione di svantaggio.

Fase 2 – Idea generation

La seconda fase del progetto Time Vision sarà caratterizzata dal lancio di una o più challenge, organizzate con le aziende partner.

In queste sfide, gli enti segnaleranno i propri bisogni non soddisfatti e sarà pubblicata una procedura ad evidenza pubblica aperta a imprenditori, lavoratori, studenti e disoccupati, chiamati a formulare 20 idee di business.

Le idee di business saranno valutate dal CTS in base ai criteri e ai punteggi individuati nella procedura ad evidenza pubblica. Sarà poi pubblicata la graduatoria con i progetti presentati; quelli che si classificano nelle prime 20 posizioni beneficeranno, in modo gratuito, di servizi di consulenza.

I progetti vincitori riceveranno servizi di consulenza effettuati da esperti in materie amministrative, economiche e gestionali, supportando gli imprenditori nel perfezionamento dell’idea di impresa e nella fase di messa a punto del business plan.

La consulenza sarà inoltre potenziata dal supporto dei mentor, che condivideranno le proprie esperienze, conoscenze e competenze. Il loro ruolo sarà quello di rafforzare, negli startupper e imprenditori, la fiducia nel proprio progetto e le capacità di accedere a informazioni e ulteriore formazione.

La fase di concluderà con l’elaborazione di un business plan da parte di tutti i partecipanti, che li presenteranno con un pitch di massimo 5 minuti.

Fase 3 – Business acceleration

La fase dedicata alla business acceleration prevede la valutazione dei business plan e sarà redatta la graduatoria sulla base dei criteri stabiliti nella procedura ad evidenza pubblica.

A seguito, i business plan che hanno ottenuto i 10 migliori punteggi saranno ammessi alla business acceleration.

Si tratta di una full immersion della durata di 100 ore. I partecipanti potranno usufruire di ulteriori servizi di accompagnamento e mentoring, per concretizzare e sostenere l’idea imprenditoriale.

Questa fase prevede attività di:

  • training
  • team building meeting
  • work lab
  • check point
  • pitch preparation session

Nel corso di queste attività, le startup collaboreranno tra loro e saranno affiancati da uno staff di esperti per l’aumento delle competenze. Parteciperanno, inoltre, ad incontri con testimonial, professionisti e potenziali investitori, per la valutazione dei progetti e i possibili impatti.

I lavori saranno intervallati da momenti di orientamento, finalizzati a stimolare l’innovazione e il networking.

Al termine della fase 3, gli startupper effettueranno un pitch “evoluto”, ovvero strutturato secondo le novità apprese, ad una platea composta da operatori istituzionali e della grande impresa, venture capitalist e business angels, al fine di valutare il punto di vista di un potenziale investitore rispetto all’effettiva coerenza e credibilità delle risposte date alla challenge.

L’obiettivo finale è chiaramente quello di trasformare una buona idea in una effettiva realtà produttiva. Il programma prevede infatti il sostegno degli sforzi iniziali delle startup e l’accompagnamento delle stesse verso la crescita, fornendo strumenti e spazi utili allo sviluppo di un business efficace.

Nuove figure professionali nella green economy

I progetti che mirano allo sviluppo di nuove figure professionali nell’ambito della green economy saranno coinvolti in una ulteriore fase, relativa alla formazione del “Tecnico esperto nella pianificazione dei processi produttivi innovativi per la riduzione dell’impatto ambientale“.

Si tratta di un percorso formativo, che prevede: 500 ore di formazione, 300 ore di attività aula / laboratorio e 200 ore di attività di stage.

A seguito del percorso, la figura professionale sarà in grado di coniugare le esigenze produttive e tecniche dell’azienda con la necessità di adottare le opportunità tecnologiche a minor impatto ambientale nella produzione di rifiuti.

Progetto Campania Green: sei interessato?

Il progetto Campania Green partirà a breve: se possiedi o sei membro di un’associazione di startup, se sei uno startupper o hai un’idea innovativa e vuoi trasformarla in un business, contattaci!

www.timevision.it

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here