“Referral marketing” e fare rete, dalle referenze al passaparola: il metodo BNI® per accrescere gli affari.

254
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia

Fare rete è importante per sviluppare Il proprio business: grazie allo scambio di referenze gli affari possono decollare. È la filosofia alla base del “referral marketing” di BNI®, il marketing del passaparola, finalizzato ad attrarre nuovi clienti creando relazioni, un concetto sempre più presente nei piani di comunicazione di imprese e professionisti che trovano nuove opportunità di sviluppo proprio grazie alle referenze. Tuttavia, affinché il passaparola diventi un vero e proprio “asset” per la strategia di un’azienda, deve diventare un fattore che va pianificato e monitorato, un sistema, quindi, organizzato, strategico e strutturato. Qui entra in gioco una realtà come BNI® (Business Network International), l’organizzazione di scambio referenze e business networking più vasta e di successo a livello mondiale. BNI® coinvolge professionisti e imprenditori che si aiutano reciprocamente ad aumentare il proprio giro d’affari grazie al Givers Gain®, “chi dà riceve”, innescando un circolo virtuoso del dare: il desiderio di aiutarsi reciprocamente, la condivisione delle esperienze e la contaminazione di idee per cambiare il modo in cui il mondo fa affari.

“Tutte le persone coinvolte in BNI® si dedicano con impegno e passione quotidiana a sostenere i membri nella crescita delle loro attività. Gli incontri avvengono in un giorno preciso della settimana, dalle 07.30 alle 09.00 del mattino e seguono uno schema ben preciso, in cui i partecipanti si presentano, dicono di cosa si occupano, si scambiano contatti e referenze, grazie alle quali è possibile concludere un affare, ossia realizzare un fatturato per merito della segnalazione di un membro del capitolo”, spiega Paolo Mariola, National Director di BNI® Italia.

 

BNI® nasce negli Stati Uniti su iniziativa di Ivan Misner nel 1985 e molto presto cresce tanto da varcare i confini USA e spandersi in tutto il mondo. Il fattore chiave di questo successo è la qualità delle relazioni, nutrite da mutua fiducia e benefici condivisi, secondo il metodo del “referral marketing”. Instaurare relazioni rilevanti è quindi il mantra dietro BNI® ed ha conquistato anche l’Italia. BNI®, infatti, sbarca in Italia nel 2003 grazie a Paolo Mariola, imprenditore esperto di referral marketing che, fin dagli inizi della sua carriera, ha trovato nel passaparola un valido alleato per la crescita professionale. Sviluppare in Italia un’organizzazione che ha alla base lo stesso principio chiave, fare del passaparola strutturato e qualificato un elemento trainante dell’economia italiana per aiutare le aziende a crescere, è stata una sfida che l’imprenditore ha colto senza riserve, tanto da aprire il primo capitolo (nome con cui si fa riferimento alle sedi locali dei gruppi BNI®) a Lainate (Milano).

 

In un’epoca in cui la mancanza di strette di mano e di relazioni dirette, a causa della pandemia da Coronavirus, hanno creato molte incertezze verso il futuro, in particolare quello lavorativo, portando tante aziende a modificare le proprie strategie di business per rispondere alla nuova situazione economica e sociale (adozione dello smart working, di nuovi sistemi digitali sempre più innovativi, ecc.), entrare in una community strutturata come BNI®, che utilizza come prassi il networking per professionisti ed imprenditori, si è dimostrata assai utile ad affrontare il periodo di crisi contingente, rivelandosi una grande opportunità che ha permesso di sviluppare nuove relazioni, nuove occasioni di trovare clienti e partner importanti per la propria attività, come strumento non solo di sopravvivenza economica, ma anche di vera e propria crescita e cambiamento positivo.

 

Si registra che BNI® abbia generato per i suoi membri, solo nell’ultimo anno, un volume d’affari di oltre 19 miliardi di dollari, mentre in Italia, nel 2021, il business è stato di oltre 470 milioni di euro, in crescita rispetto al periodo pre-pandemia, grazie a 350.000 referenze scambiate tra gli oltre 10.500 membri operanti nei 422 capitoli. Il metodo BNI® è percepito, quindi, come un’opportunità per tutti i professionisti, al fine di rafforzare le proprie relazioni. Fanno parte di BNI® attività di ogni tipologia e dimensione per generare nuovo business e nuovi clienti a lungo termine. ​ L’esclusività della specializzazione professionale è uno dei principali vantaggi dei membri BNI®, in un ambiente privo di concorrenza.

Advertisements