Trend nel mondo HR per il 2023: cosa dobbiamo aspettarci?

214
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Che cosa è successo nel mondo HR nel 2022? I trend che ci hanno accompagnato lo scorso anno hanno creato dei veri e propri terremoti sia sul piano culturale che su quello produttivo, rivediamoli insieme:

  • Great Resignation
  • PNRR
  • Marketing per HR
  • Sostenibilità
  • Smartworking

Per il 2023 Reverse, società di head hunting, ha stilato una lista delle tendenze con cui gli HR dovranno fare i conti, concentrandosi in particolare su due aspetti che impatteranno sull’impostazione delle tue strategie per assumere.

  1. Quiet quitting

Il quiet quitting, tradotto letteralmente come abbandono silenzioso, è un atteggiamento verso il proprio lavoro che, a differenza di quanto si crede, non coincide con le dimissioni, ma si riferisce invece ad una sorta di ribellione verso la cultura stacanovista. L’individuo viene rimesso al centro e il worklife balance diventa il principale focus, ecco perché tutto ciò che può essere causa di burnout, come task extra, orari dilatati e stress, viene evitato.

Il quite quitter appartiene generalmente alla generazione dei millenials o gen Z e non applica questo approccio solo sul luogo di lavoro, ma anche quando è alla ricerca di un impiego.

Cosa fare quindi per assumere meglio? Quali strategie applicare per gestire questo nuovo trend senza timori? Difficile dare una risposta univoca.

Come primo passo è necessario capire le motivazioni che hanno spinto le persone ad abbracciare questo approccio al lavoro, in modo da ottenere una panoramica su ciò che sta accadendo. Per farlo puoi utilizzare interviste da sottoporre sia alle persone in uscita sia ai lavoratori durante la loro permanenza in azienda. I dati raccolti ti racconteranno le evidenze su cui lavorare per perfezionare le tue strategie. Una volta fatto sarà compito del tuo reparto applicare quanto emerso tenendo conto non solo delle esigenze aziendali ma soprattutto di quelle delle persone che popolano le nostre organizzazioni.

  1. HR Analytics

Rimaniamo ancora per un momento focalizzati sul dati. L’HR del futuro li utilizza sia per conoscere al meglio le proprie persone sia per destreggiarsi nella complessità che caratterizza il nuovo mondo del lavoro.

I dati vengono in suo aiuto anche nel processo di ricerca e selezione dove, più di altri, è essenziale essere veloci ed efficaci. In questo contesto, la società Reverse ha introdotto un nuovo modo di fare head hunting basato su analytics e nuove tecnologie a supporto delle aziende e dei loro reparti HR. Il risultato è un’analisi dettagliata del mandato in corso unita ad una mappatura del mercato in cui i professionisti delle Risorse Umane possono trovare informazioni chiave per prendere decisioni.

Advertisements