Whirlpool, Palombella-Ficco (Uilm): “Governo faccia ripartire fabbrica di Napoli”.

0
196
La protesta degli operai Whirlpool all’esterno del carcere di Santa Maria Capua Vetere, dove è in visita il premier Mario Draghi, Santa Maria Capua Vetere (Caserta), 14 luglio 2021. ANSA/ CESARE ABBATE
Lavora da casa e guadagna on line generando un reddito aggiuntivo

“È indispensabile che il Governo presenti il piano di rilancio del sito Whirlpool di Napoli al prossimo incontro del 16 settembre”. Lo chiedono Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, e Gianluca Ficco, segretario nazionale Uilm responsabile del settore degli elettrodomestici.
“Dopo oltre due anni di vertenza, di dure lotte sindacali e di vane promesse da parte dei politici, il Ministero dello Sviluppo economico – rimarcano Palombella e Ficco – non può continuare a tergiversare, ma deve finalmente illustrare una soluzione che garantisca la ripresa produttiva nello stabilimento di via Argine”.
“A fine mese – spiegano Palombella e Ficco – scade la procedura di consultazione, noi stiamo valutando anche di ricorrere alle vie giudiziarie poiché non accetteremo i licenziamenti, ma chiediamo al Ministero un intervento serio su Whirpool, affinché utilizzi la cassa integrazione per sospendere la procedura”.
“Dopodomani i lavoratori – concludono Palombella e Ficco – manifesteranno a Roma proprio per chiedere un sostegno concreto: per più di due anni abbiamo respinto la volontà aziendale di licenziare con le nostre sole forze e le lotte dei lavoratori, ma ora occorre l’aiuto delle Istituzioni. Sarebbe ora che il Ministro Giorgetti si assumesse le proprie responsabilità, parlasse un po’ più di lavoro e di sviluppo, incontrando sindacato e lavoratori”.
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here