Zes unica, Marrone (Confapi): “Da oggi possibile chiedere il credito d’imposta”

Dopo il successo del 2023 Vittoria Assicurazioni, in occasione del Torneo Italiano di Beach Rugby, torna sulle spiagge d’Italia con il Vittoria for Women Tour con Federazione Italiana Rugby e Specchio dei tempi. In ogni tappa sarà possibile sostenere la lotta contro i tumori femminili con una donazione, fare una visita senologica gratuita e divertirsi al Vittoria Village.

“Dal 12 giugno al 12 luglio 2024 sarà possibile presentare domanda per accedere al credito d’imposta previsto tra le agevolazioni della Zes Unica e dedicato a quelle imprese che investono nelle regioni del Mezzogiorno”.

Lo ricorda Raffaele Marrone, presidente Confapi Napoli. “La procedura – ha dichiarato – prevede la comunicazione all’Agenzia delle entrate dell’ammontare delle spese ammissibili sostenute dal 1° gennaio 2024 e quelle che prevedono di sostenere fino al 15 novembre 2024. L’investimento minimo è di 200mila euro fino ad un massimo di 100 milioni”.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

“Per quanto riguarda l’ammontare massimo del credito d’imposta fruibile – continua Marrone – quest’ultimo è pari a quello richiesto moltiplicato per la percentuale resa nota con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate, da emanare entro dieci giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle comunicazioni, quindi entro il 22 luglio 2024”.

“Tale percentuale – conclude – si ottiene rapportando il limite complessivo di spesa (pari a 1,8 miliardi di euro) all’ammontare dei crediti d’imposta prenotati. Una misura che non condividiamo in quanto laddove l’ammontare delle richieste dovesse esprimere un fabbisogno finanziario superiore alla dotazione prevista, si procederebbe a un riparto che, di fatto, condiziona gli investimenti industriali e comporta una riduzione degli aiuti. Risulta necessario, pertanto, ampliare la dotazione finanziaria, altrimenti si rischia di vanificare le promesse di rilancio del territorio e di crescita del Sud”.