Black Parthenope, noir ambientato nei sotterranei di Napoli.

169
Ljubljana + Portorose **** 1102 €, 7 notti, volo diretto, trasferimenti. Scopri la capitale e il mare sloveno. Presso la tua agenzia.
Portorose, Grand Hotel Portorož ****S, 1217 €, 7 notti, volo, mezza pensione, spiagga e piscine incluse. Presso la tua agenzia.
Rogaška Slatina, Hotel Atlantida ***** 1015 € - 7 notti, mezza pensione, volo diretto, welness, relax. Presso la tua agenzia.
Maribor - Pohorje Hotel Bellevue ****, 1070 €, 7 notti, volo diretto, mezza pensione. Nella verde natura. Presso la tua agenzia.
Portorose,
Kranjska Gora, Ramada Hotel & Suites **** 1122 €, 7 notti, mezza pensione, volo. Splendida vacanza in montagna. Presso la tua agenzia.
last minute Slovenia con volo da Napoli

Rogaška Slatina, Hotel Atlantida ***** 1015 € - 7 notti, mezza pensione, volo diretto, welness, relax. Presso la tua agenzia.
Terme
Lago di Bled, Hotel Astoria *** 926 € - 7 notti, prima colazione, volo diretto. Una vacanza da sognio. Presso la tua agenzia.
Pirano - città di mare storica, Hotel Piran ****, 1233 €, 7 notti, volo diretto, trasferimento. Presso la tua agenzia.
Terme
Rogla

Un thriller nella Napoli sotterranea: esce al cinema 2 giugno ‘Black Parthenope’ il film di esordio di Alessandro Giglio, con Giovanni Esposito, Gianluca Di Gennaro, Jenna Thiam, Marta Gastini, Maziar Firouzi e Nicola Nocella.

Ambientato quasi interamente nelle viscere della città, la storia prende spunto dalla leggenda del munaciello e la intreccia a quella dei pozzari, gli esperti di profondità che lavoravano nel sottosuolo napoletano.

Ed è lì che restano intrappolati i protagonisti durante un sopralluogo per trasformare le cave di tufo in mega-parcheggi.

Il film, scritto da Alessandro Giglio con Ivan Specchio, è prodotto da Silvana Leonardi per la Wam e Nicola Grispello per la Volcano Pictures che lo distribuisce in associazione con Think Mgmt (Es), in collaborazione con MIC, Regione Campania, Film Commission Regione Campania.

”E’ un film meraviglioso che solo un pazzo come Giglio poteva concepire – scherza Giovanni Esposito ricordando la lavorazione – lo ringrazio per l’opportunità di sperimentare un ruolo inedito per me. Lì sotto senti tutto amplificato e avverti di appartenere a quel luogo, ti è chiara la stratificazione della città che si è andata costruendo nei secoli” “È un film che qualunque produttore non avrebbe fatto – spiega Giglio -, quindi ringrazio Silvana Leonardi e Nicola Grispello per aver scommesso su di noi. Spero arrivi al pubblico. Volevo raccontare un’identità culturale, un luogo, per dargli una nuova visione. Massimo Troisi diceva che non bisogna parlare sempre di pizza e mandolino, che Napoli non è solo quello. Ho cercato di fare lo stesso, di immaginare una storia che avesse un respiro internazionale, che raccontasse la città attraverso le sue leggende, senza banalità. Ho cercato di fare un film sull’identità napoletana, anzi italiana, per questo il film è stato girato in inglese e doppiato”. (ANSA).

Advertisements
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia