L’Africa di Elena d’Orleans, martedì 10 alla Biblioteca Nazionale.

0
221
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

La collezione zoologica del Fondo Aosta della Biblioteca Nazionale di Napoli

Gli esemplari del Fondo Aosta rappresentano la più diversificata collezione di ungulati africani presenti attualmente in Campania tra musei e collezioni private, annoverando circa centocinquanta reperti.

Tra questi esemplari spiccano, per rilevanza zoologica, l’unica pelle di asino selvatico nubiano presente in Italia, una testa montata di elefante africano, una pelle di giraffa di Rothschild, una significativa rappresentanza di ecotipi differenti di bufalo africano e di kobi, ed altre antilopi e gazelle oggi assai rare in natura e poco rappresentate in altri musei di storia naturale italiani.

Lo studio dei reperti è proceduto di pari passo con lo studio bibliografico delle opere edite dai protagonisti dei viaggi da cui son stati ricavati dati geografici utili a determinare, ove possibile, l’esatta provenienza degli esemplari e, più in generale, ad approfondire la conoscenza della distribuzione storica delle varie specie.

Al fine di rendere fruibile la collezione al grande pubblico sono stati realizzati dei pannelli esplicativi per ciascuna parete riportanti il nome scientifico e volgare delle specie e altre informazioni basilari, nonché le targhette con la nuova numerazione come da catalogo.

Il progetto, in forza di un accordo con il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche dell’Università Federico II, rientra nella valorizzazione e musealizzazione del II piano della biblioteca, la Direzione della Biblioteca Nazionale.

saluti

  • Francesco Mercurio

interventi

  • Fabrizio Diozzi
  • Silvana Casale

  • Sergio Duraccio
  • Ivano Adamo
  • Tommaso De Francesco
    Museo Zoologico di Napoli

  • Spartaco Gippoliti
    Società Italiana per la Storia della Fauna Giuseppe Altobell
funshopping.it è il marketplace dedicato ai piccoli commercianti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here