Lectio Neapolitana, a Capodimonte grande appuntamento con il pensiero di Agostino d’Ippona.

0
249

Lunedì 29 novembre 2021, a partire dalle ore 9.15, presso la sezione San Tommaso d’Aquino della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (PFTIM – Napoli), in viale Colli Aminei 2, si terrà la XXV Lectio Augustini Neapolitana, un evento che da un quarto di secolo raduna sulla collina di Capodimonte, attorno alla figura di Agostino di Ippona, innumerevoli studiosi, giovani studenti e appassionati del grande pensatore provenienti da ogni parte del mondo. La Lectio è organizzata dal seminario permanente di Scienze Storiche Archeologiche e Patristiche della Pontificia Facoltà in collaborazione con i Padri Agostiniani di Roma attraverso la Nuova biblioteca Agostiniana, espressione della provincia italiana dell’ordine.

Il programma della giornata di studi, dal titolo Ordo Amoris: il fondamento dell’agire responsabile, prevede la lettura e la presentazione di alcune opere del vescovo di Ippona con riflessioni attualizzanti del suo pensiero. Il tema di quest’anno tocca un aspetto centrale della riflessione del grande pensatore latino quello dell’amore e del suo porsi come principio nell’agire umano. Dopo i saluti del decano della PFTIM, Don Francesco Asti, la professoressa Dina D’Elia commenterà l’opera di Agostino De doctrina christiana, secondo la prospettiva del tema scelto. Seguirà l’intervento di padre Giuseppe Caruso (osa) che rileggerà il De Civitate Dei. Al professore Luciano Sesta, infine, il compito di tracciare alcune prospettive attuali a partire dal pensiero di Agostino di Ippona.

A questo ormai tradizionale appuntamento partecipano docenti di varie università campane, in particolare della Federico II e dell’Università Parthenope. La XXV edizione della Lectio dedicata alla grande figura di Agostino sarà occasione per fare grata memoria del lavoro svolto negli anni e per ricordare il compianto professore Antonio Vincenzo Nazzaro, che tanto impegno dedicò all’organizzazione delle Lectiones con i padri Agostiniani e la PFTIM. Un ultimo Intervento di ricordo, dunque, sarà curato dal padre Vittorino Grossi (osa) e dalla professoressa Teresa Piscitelli, docente di letteratura cristiana antica della Federico II.

La partecipazione alla Lectio è valida come aggiornamento per i professori di discipline umanistiche e di IRC della scuola italiana e può ottenere il riconoscimento di ects per gli studenti universitari, previo accordo con le rispettive istituzioni di riferimento.

La partecipazione all’incontro è aperta a tutti e gratuita fino ad esaurimento dei posti disponibili, previa verifica del possesso del green pass all’ingresso.

Advertisements

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here