Oltre la linea d’inverno, appuntamenti nel weekend con la danza contemporarea ad Acerra e Torre Annunziata.

0
141

Oltre la linea d’inverno da più di un mese porta la danza e la musica contemporanea in giro per i piccoli teatri della Campania, con un ciclo di appuntamenti concentrati nel week end, che comprende un’alternanza di spettacoli e workshop formativi, di compagnie regionali e ospiti.

Questa settimana, dal 10 al 13 dicembre il festival fa tappa a Torre Annunziata e ad Acerra dove andrà in scena, tra gli altri, anche SA_CRO – un po’ di Caino un po’ di Abele di OFBALANCE, il collettivo di Alessandria diretto da Massimo Perugini, che sin dalla sua fondazione porta avanti in maniera sempre più massiccia la ricerca del lavoro sia gestuale che pantomimico, unendo più forme artistiche.

GLI APPUNTAMENTI

Il 10 e 11 dicembre è la volta del Teatro Magma: il venerdì andrà in scena Occhio di maiale di Itinerarte e WUM Perla Etnica mentre il sabato ci sarà Ecos di Mart Dance Company e Funamboli_high wire walks di Akerusia danza. Per passare poi domenica 12 dicembre al Teatro Rostocco di Acerra, dove alle ore 16 Sabrina D’Aguanno condurrà il laboratorio di movimento corporeo Danzare con gli altri e alle 19.30 il pomeriggio si concluderà con lo spettacolo SA_CRO di OFBALANCE.

Il PROGRAMMA COMPLETO

10 dicembre, ore 21 – Teatro Magma – Torre Annunziata

Occhio di Maiale è una produzione Itinerarte. Immaginare di sdoppiarsi, di vedere con occhi nuovi la realtà che ci circonda. Percepire la follia dell’essere umano nella sua corsa verso il nulla. E capire che in fondo ciò che resta è la poesia, la capacità di gioire delle piccole cose e di elevarsi spiritualmente attraverso il pensiero. Con la regia e interpretazione di Massimo Finelli, con Patrizia Eger, musiche di Massimo D’Avanzo, danzatrice Carmen Famiglietti.

A seguire WUW Perla Etnica, un duo composto da Massimo D’Avanzo, polistrumentista, programmatore e producer, e Carmen Famiglietti, danzatrice e voce. Entrambi appassionati di musiche e danze del mondo in questo progetto rimescolano i tanti strumenti, le forme musicali e i passi di danza accumulati in anni di ricerca e passione, in una produzione di brani originali e riletture di brani tradizionali e cover. Brani strumentali, impreziositi da una danza di fusione di ispirazione etnica, si alternano a canzoni di comunicazione immediata ma “speziate” da sonorità e suggestioni inaspettate.

11 dicembre, ore 21 – Teatro Magma – Torre Annunziata

Marco Auggiero e la sua MART Dance Company presenta Ecos un progetto che pone l’accento sull’umanità, sul radicale cambiamento dell’ambiente e sulla necessità dell’uomo di modificare se stesso e i suoi comportamenti per riadattarsi e sopravvivere nel nuovo ambiente. Regia, coreografie e testi di Marco Auggiero.

Segue Funamboli_high wire walks: una poetica messa in scena della vita, dell’audacia, della solitudine, ma al contempo è il trionfo del gesto, dell’eleganza, la ricerca esasperata di un equilibrio e di una forza interiore tali da superare difficoltà e imprevisti. Lo spettacolo è una produzione Akerusia Danza con l’ideazione artistica, coordinamento il coreografico e la regia di Elena D’Aguanno; vocal performance e drammaturgia di Massimo Finelli; interpretazione di Fabrizio Varriale; elaborazione del progetto di Paola Rivazio.

12– Teatro Rostocco – Acerra

Ore 16.00 laboratorio gratuito di movimento coreografico Danzare con gli altri a cura di Sabrina D’Aguanno. Lo strumento del coreografo è il corpo e il suo linguaggio, attraverso il quale si possono sperimentare e scoprire nuovi contesti comunicativi, mettendo in gioco le potenzialità corporee spesso scarsamente esplorate nella quotidianità. Obiettivi del workshop saranno: il lavoro sulle potenzialità comunicative della gestualità corporea; il lavoro sulla consapevolezza della propria corporeità; il lavoro sulla creatività; infine il lavoro sull’emotività che mirerà a sviluppare la capacità di esprimere emozioni attraverso i gesti.

Alle 19.30 lo spettacolo SA_CRO di OFBALANCE. La performance nasce dall’idea di preghiera per la vita, per la nostra anima, per i frutti che la terra stessa ci può donare. Dalla nascita al sacrificio per un qualcuno o qualcosa, le relazioni con altre persone per trovare forza e conforto. Tutto questo si traduce in un movimento continuo e perpetuo, una danza che ti entra dentro, ti libera e ti porta fino allo sfinimento. Regia e coreografia di Massimo Perugini, con Veronica Manzo e Arianna De Santis; musiche di Arvo Part e John Psathas.

Costo del biglietto: 10 euro

Info e prenotazioni: Rosario Liguoro – itinerarteass@gmail.com  – cell. 366 871 1689

Advertisements

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here