Restaurata la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano ai Banchi Nuovi.

909
Terme
Rogla
Rogaška Slatina, Hotel Atlantida ***** 1015 € - 7 notti, mezza pensione, volo diretto, welness, relax. Presso la tua agenzia.
last minute Slovenia con volo da Napoli

Terme
Lago di Bled, Hotel Astoria *** 926 € - 7 notti, prima colazione, volo diretto. Una vacanza da sognio. Presso la tua agenzia.
Portorose,
Pirano - città di mare storica, Hotel Piran ****, 1233 €, 7 notti, volo diretto, trasferimento. Presso la tua agenzia.
Maribor - Pohorje Hotel Bellevue ****, 1070 €, 7 notti, volo diretto, mezza pensione. Nella verde natura. Presso la tua agenzia.
Ljubljana + Portorose **** 1102 €, 7 notti, volo diretto, trasferimenti. Scopri la capitale e il mare sloveno. Presso la tua agenzia.
Kranjska Gora, Ramada Hotel & Suites **** 1122 €, 7 notti, mezza pensione, volo. Splendida vacanza in montagna. Presso la tua agenzia.
Portorose, Grand Hotel Portorož ****S, 1217 €, 7 notti, volo, mezza pensione, spiagga e piscine incluse. Presso la tua agenzia.
Rogaška Slatina, Hotel Atlantida ***** 1015 € - 7 notti, mezza pensione, volo diretto, welness, relax. Presso la tua agenzia.

Torna a splendere, dopo anni di abbandono, la chiesa dei Santi Cosma e Damiano in Largo Banchi Nuovi.

Il restauro, completato nei giorni scorsi, è finanziato dal progetto Centro Storico Unesco e restituisce alla città il monumento secentesco che sarà gestito dall’Ordine degli Ingegneri.

La chiesa è una delle tre chiese che ci sono a Napoli dedicate ai Santi Cosma e Damiano, martiri e medici che curavano chiunque senza farsi pagare.

Le altre due chiese in città dedicate ai due Santi si trovano a Porta Nolana ed a Secondigliano.

Una chiesa che si trova nel centro antico di Napoli, nella piazza o largo dove prima esisteva la loggia dei Banchi Nuovi, che fu costruita nel 1616 e poi ampliata, sfruttando per la facciata l’impianto del preesistente edificio. Dopo l’attuale restauro, si vedono benissimo gli archi a tutto sesto della loggia cinquecentesca.

Nell’interno della chiesa c’è l’altare maggiore del settecento, che è stato in questi anni parzialmente depredato, e poi molti dipinti tra cui una tavola di Antonio Rimpatta e altri ritenuti di Luca Giordano che sono stati spostati al Museo Diocesano o in altri luoghi.

La chiesa è stata riaperta a seguito di un lungo restauro finanziato con i fondi europei del Grande Progetto Unesco per il Centro Storico di Napoli e sarà probabilmente affidata all’Ordine degli Ingegneri di Napoli, come è già accaduto con la vicina basilica di San Giovanni Maggiore che si trova nella attigua zona di Mezzocannone.

Advertisements
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia