Standing ovation per Uto Ughi all’Auditorium di Bagnoli.

128
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Ovazione al termine del concerto del maestro Uto Ughi, evento di apertura della rassegna “Bagnoli…si cambia musica” che ha riaperto dopo 12 anni a Bagnoli l’Auditorium La Porta del Parco.

“Ringrazio il sindaco Gaetano Manfredi, è un esempio per il valore che dà alla cultura”, ha detto il celebre violinista, accompagnato dall’Orchestra da camera dell’Accademia di Santa Sofia per l’esecuzione delle Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi. In platea con il sindaco, varie autorità cittadine e i subcommissari per la bonifica Filippo De Rossi e Dino Falconio . “Questa bellissima serata è stata un piccolo assaggio della nuova Bagnoli. Non possiamo aspettare che siano completate le bonifiche – ha sottolineato Falconio – intanto bisogna far vivere quest’area di Bagnoli. Abbiamo assistito ad uno spettacolo straordinario, il maestro Ughi, leggendo anche i sonetti per ogni stagione, ci ha fatto ‘vedere’ la musica “. Il programma lanciato per le feste, direttore artistico Filippo Zigante, già sold out nell’auditorium progettato dall’archistar britannica Amanda Levete (300 posti), prosegue con la conferenza del musicologo Pasquale Scialò sulla sceneggiata e il concerto di Natale studentesco dell’IC53 Gigante-Neghelli. Gli altri appuntamenti sono giovedì 22 dicembre l’ omaggio ad Astor Piazzolla di Anna Tifu e il Tango Quartet; martedì 27 dicembre “Le canzoni della radio” della Swing Time BB Orkestra, il 28 dicembre Pino De Maio e la canzone napoletana, per chiudere il 2 gennaio ancora con l’Orchestra di Santa Sofia. Le future iniziative previste nell’auditorium, che sorge nell’ex area industriale, saranno, fino alla primavera 2023, una rassegna cinematografica con film girati a Napoli e una serie di reading aperti da Maurizio De Giovanni. In estate l’attività di intrattenimento si sposterà sul Pontile Nord. (ANSA).

Advertisements