Torna Controvento, la rassegna musicale per i giovani alla Casa della Musica.

0
420
Con Funshopping.it lavora da casa e guadagna on line generando un reddito aggiuntivo

Quest’anno la rassegna dedicata ai giovani talenti under 35 del teatro italiano, che si tiene presso CASA DELLA MUSICA, ha una nuova denominazione: CONTROVENTO – TEATRIAMOCI  il cui motto di base è non solo cibo per la mente alias cultura, ma anche benessere per il fisico. Prima o dopo gli spettacoli verranno serviti tè, e tisane al fine di coccolare gli spettatori e di condurli verso un benessere totale fatto: di spirito, corpo e anima. Inoltre gli orari della programmazione degli spettacoli saranno variabili, ci saranno repliche mattutine, pomeridiane e serali per permettere al pubblico di tutte le età di poter meglio organizzare la propria agenda di impegni, per non rinunciare al teatro. Come sempre tantissimi gli spettacoli in programma si partirà il 6 e 7 Ottobre con Varietà, Napoli e son felice per la regia di Angelo Perotta, il 15 Ottobre sarà la volta dello spettacolo A Smania D’a Vacanza scritto e diretto da Silvio Fornacetti, il 23 Ottobre Valerio Bruner presenterà il suo nuovo disco e proporrà uno spettacolo di musica e prosa, tra il 22 e 26 Ottobre Diego Sommaripa invece dopo il successo ottenuto nelle precedenti edizioni della rassegna riproporrà Trullo, Juorne e La Bisbetica Influencer. A Novembre appuntamento con O’Scarfalietto, Socialmente…Inutile, Non ci resta che un divertente omaggio a Massimo Troisi, Vou Te Contar con Diego Sommaripa e Laura Pagliara che  ci racconteranno una storia speciale accompagnati dal melodioso suona della Bossa Nova ed ancora L’arte della Famiglia, testo di Fornacetti e Sommaripa dedicato a  Luisa De Filippo una donna d’amore, una madre dietro le quinte in una grande famiglia d’arte. Un racconto di una parte della vita di Luisa De Filippo dove i confini tra finzione e realtà sfumano nella biografia e dove  il teatro diventa l’intima connessione fra l’autore e il suo soggetto. Il programma prosegue con una versione femminista di Don Quijote ed una Tombola tra miti e leggende partenopee. La rassegna però non dimentica neanche i più piccoli tanti gli spettacoli in programma: C’era una volta il Piccolo Principe il cui protagonista mostrerà il significato dell’amore e l’importanza di un sentimento come l’amicizia, Babbo Natale e i Suoi Folletti uno spettacolo squisitamente natalizio e carico di magia che negli scorsi anni ha registrato il sold out.  Dall’esigenza di comunicare e di non abbondare soprattutto il pubblico più giovane, poco avvezzo al teatro e ai suoi riti nasce “Controvento – On demand”, un’iniziativa dedicata alle scuole di ogni ordine e grado. Un modo per ritrovarsi insieme, anche se distanti, grazie al teatro, alla narrazione e alla parola. L’arte, la cultura in fondo si adeguano ai tempi, ai mutamenti, perché la voglia di contatto, di connessione va oltre le barriere fisiche e mentali ed allora adeguiamo quello che sappiamo fare alle nuove esigenze, facciamo prevalere il concetto della “culture d’appartement” – consumata a domicilio – sulla “culture de sortie” – consumata uscendo, superando le difficoltà pandemiche e logistiche e regalando al nostro pubblico scolastico qualcosa di unico e diverso. Gli alunni e i docenti potranno visionare su di una piattaforma online on demand e a titolo gratuito degli spettacoli. La normalità della scuola è nella sua progettualità e ciò avviene innanzi tutto promuovendo la cultura nelle classi, perciò è doveroso che il teatro sia presente anche se a distanza. Al termine della visione della rappresentazione, a seconda dell’età dei bambini/ragazzi coinvolti si potrà proseguire il lavoro attraverso diverse attività. Tra gli spettacoli riservati alle scuole: Strade Parallele  in cui la protagonista Paola, una studentessa all’ultimo anno di scuola, dovrà scrivere un articolo su un personaggio storico. Immaginerà un dialogo tra Giancarlo Siani, giornalista del “Mattino” ucciso dalla camorra, e Peppino Impastato, giornalista e attivista politico ucciso dalla Mafia. Li Cunti non tornano invece è una rielaborazione della celebre opera di Basile e narra le vicende di una compagnia di saltimbanchi sempre in viaggio da una città all’altra per rappresentare le loro commedie, viene invitata alla corte del Re di Napoli per una rappresentazione durante una festa a corte. Appuntamento quindi dal 6 Ottobre e fino a metà dicembre.

 

INFO:

Biglietti: Intero € 8 -Ridotto under 35/over 65 €5

Tutte le info sono disponibili sulla pagina Facebook  del Complesso Palapartenope e su www.palapartenope.it

Biglietti acquistabili su: www.go2.it

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here