Educazione alla legalità economica, GdF premia i ragazzi del Renato Elia di Castellammare.

0
110

Nella mattinata del 30 novembre u.s., si è svolta, presso l’Istituto tecnico industriale “Renato Elia” di Castellammare di Stabia (NA), la cerimonia di premiazione di 5 alunni dell’istituto – Carmine ROMANO, Alessandro D’ANIELLO, Alfonso CANNAVALE, Raffaele D’ANGELO e Pasquale FIORILLO – risultati vincitori del concorso “Insieme per la Legalità”, indetto per favorire la libera espressione, creatività e spontaneità degli studenti sulla specifica tematica, attraverso la rappresentazione grafico-pittorica e la produzione video-fotografica.

Si tratta di un’iniziativa promossa nell’ambito del progetto “Educazione alla Legalità Economica” che trae origine da un protocollo d’intesa stipulato, a livello centrale, tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, finalizzato a promuovere un programma di sensibilizzazione tra i giovani, tramite il coinvolgimento nelle scuole, al valor civile ed educativo della legalità economica.
Alla presenza del Comandante del Gruppo di Torre Annunziata – Colonnello t.SFP Geremia GUERCIA, i premiandi hanno ricevuto la pergamena attestante la loro partecipazione a un corso di vela della durata di una settimana, che si è tenuto dal 6 al 13 agosto u.s. presso la Scuola Nautica della Guardia di Finanza di Gaeta (LT).

All’evento erano presenti i genitori degli studenti, il Referente Regionale per l’educazione alla legalità dell’U.S.R. – Dott.ssa Marina De BLASIO, il Dirigente Scolastico dell’Istituto – Prof.ssa Giovanna GIORDANO e la Coordinatrice scolastica del progetto – Prof.ssa Luigia COPPOLA nonché una rappresentanza di militari della locale Compagnia della Guardia di Finanza.
Assai considerevole è stata l’adesione al Progetto “Educazione alla Legalità Economica” da parte degli Istituti Scolastici della Provincia di Napoli: nel corso degli incontri con gli studenti di oltre 300 classi si è data particolare rilevanza alle attività quotidianamente svolte dal Corpo nella lotta all’evasione fiscale e allo sperpero delle risorse pubbliche e nella prevenzione delle falsificazioni, della contraffazione, dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Nell’ambito del concorso collegato al progetto, gli alunni hanno redatto degli elaborati che sono stati valutati e giudicati da una Commissione composta da tre Ufficiali del Corpo e due Funzionari del M.I.U.R.. Al termine dei lavori, gli studenti di Castellammare di Stabia sono risultati vincitori, a livello nazionale, del premio “per il miglior lavoro di gruppo – cortometraggio”.

LASCIA UN COMMENTO